La scuola "Di Guardo-Quasimodo" partecipa al progetto internazionale Living Peace

L’intera iniziativa rientra fra le tante attività di Centro Sicilia nell’ambito della promozione dell’educazione e della solidarietà

C’è anche l’Istituto comprensivo catanese ‘Di Guardo-Quasimodo’ tra le scuole di tutto il mondo che prendono parte al progetto internazionale Living Peace. L’iniziativa si rivolge non solo al mondo della scuola, ma più in generale a tutte le espressioni di comunità – dalle famiglie alle istituzioni e alle associazioni – con lo scopo primario di fare crescere il più possibile, nei diversi ambienti di apprendimento e di vita, l’impegno a vivere per la pace. Nello specifico gli alunni della ‘Di Guardo- Quasimodo’ grazie al sostegno del parco commerciale Centro Sicilia di Misterbianco, in provincia di Catania, già da alcune settimane stanno promuovendo proprio all’interno della struttura delle azioni di pace.

La più singolare (e divertente) è certamente il ‘Dado della pace’: è un cubo che riproduce in ogni faccia delle ‘buone azioni’, chi lo lancia è tenuto ad eseguirle; un mezzo pedagogico che serve a raggiungere i cittadini di tutte le età.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Dado si trova nella galleria del Centro Sicilia e quotidianamente sono tanti gli avventori che si lasciano coinvolgere dagli studenti dell’Istituto Di Guardo-Quasimodo. Proprio in questi giorni si svolge a Madrid il primo Congresso Internazionale dei Giovani Ambasciatori di Pace, così una piccola delegazione di 8 alunni sarà presente nella capitale spagnola. Per sostenere economicamente i costi della spedizione, i ragazzi hanno realizzato e messo in vendita dei segnalibro con i ‘Dadi della Pace, mentre il parco commerciale ha voluto contribuire a parte delle spese. L’intera iniziativa rientra fra le tante attività di Centro Sicilia nell’ambito della promozione dell’educazione e della solidarietà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento