menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Transiti in aeroporto, controlli serrati della polizia di frontiera

Nei primi tre mesi dell'anno sono stati sottoposti a verifica quasi 200 mila passeggeri

Nell’attuale periodo di restrizioni alla mobilità il personale della polizia di frontiera che opera in ambito aeroportuale gioca un ruolo fondamentale. Il compito degli agenti consiste nella verifica delle autocertificazioni presentate dai passeggeri che, com’è noto, possono muoversi tra le regioni soltanto per motivi di salute, lavoro o per altre cause urgenti. I poliziotti effettuano le operazioni di controllo in postazioni singole (normalmente adibite per i check-in), garantendo e controllando il distanziamento per i passeggeri in partenza, e ciascuna tratta un flusso giornaliero medio intorno ai 4000-5000 transiti. Mediamente vengono utilizzate fino a 16 postazioni di controllo nell’arco dell’intera giornata. Nei primi tre mesi i numeri sono rilevanti: assomma, infatti, a 197.082 il totale passeggeri in partenza.

Le giornate di maggior afflusso si sono registrate il 3 gennaio, con un numero totale di passeggeri in partenza di 6564, il 9 gennaio con un numero totale di passeggeri in partenza di 4268 e il 10 gennaio con un numero totale di passeggeri in partenza di 6631. In quei giorni, sono stati diversi i voli schedulati nello stesso arco temporale, con conseguente apertura in contemporanea di diverse postazioni di controllo e con l’utilizzo ininterrotto, dalle ore 5 alle ore 20, di un numero elevato di postazioni costantemente presidiate dal personale della polizia. Ma l’attività degli agenti non è stata solo di controllo, ma anche proattiva: infatti, si segnalano 13 negati imbarchi per carenza dei requisiti necessari e l’apertura di un procedimento amministrativo di verifica ai fini dell’applicazione del Dpcm del 02 marzo 2021, in combinato disposto con le ordinanze del Ministro della salute del 9 gennaio 2021 e del 13 febbraio 2021, relativo agli “spostamenti da e per l’estero” nei confronti di una nota compagnia di viaggio, perché ha fatto imbarcare 4 passeggeri sprovvisti di test molecolare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Spostamenti tra Regioni - Cos'è e come ottenere il 'certificato verde'

Salute

Ospedale Garibaldi Nesima, nuovi microscopi per l'oftalmologia

Sicurezza

Pulizie di casa - Proprietà e benefici dell'aceto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento