rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Alimentazione

Cibi amari - Benefici e proprietà

Mangiare cibi amari è qualcosa che secondo alcuni potrebbe non risultare gradevole ma che sicuramente può apportare innumerevoli benefici alla nostra salute: ecco quali

Non a tutti piacciono i cibi amari. Ce ne sono però alcuni che sarebbe meglio portare in tavola spesso perchè comportano benefici per la salute. 

Cibi amari - Quali vantaggi

- la presenza di recettori del gusto amaro ha un ruolo importante nella rilevazione di composti pericolosi; il sapore amaro provoca il rifiuto del cibo o di una bevanda. Ci protegge quindi da potenziali sostanza tossiche.

- i polifenoli hanno un gusto amaro ma svolgono una funzione protettiva sul patrimonio genetico, proteggendo dallo stress ossidativo e dalle malattie cardiovascolari. Nell'intestino i recettori dell'amaro hanno un ruolo prioritario.

- il gusto amaro è capace di regolare l'appetito e la sensazione di sazietà grazie alla secrezione di colecistochinina (ormone). Non a caso terminare il pasto con una bevanda amara è tradizione di molte culture.

- i cibi amari hanno un'azione carminativa, ossia sono utili per le persone che soffrono di meteorismo e gonfiore dello stomaco e dell'intestino. Facilitano quindi l'espulsione dei gas in eccesso.

- esempio di cibo amaaro sono cicoria, crescione, finocchio, radicchio, zucca amara, soncino, insalata belga, cavolo verde, ravanelli, timo, maggiorana, rosmarino, liquirizia, anice, tè, caffè. 

- chi non lo fa, per riavviare i sensori del gusto amaro, deve iniziare nuovamente a mangiare delle cose un po' più amare rispetto a quello che fa di solito. Avrà due vantaggi: ricomincierà a mangiare cibi come le verdure che fanno bene alla salute e abituandosi nuovamente a cibo amaro automaticamente diminuirà il consumo di cibo zuccherato, che non fa sempre bene. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cibi amari - Benefici e proprietà

CataniaToday è in caricamento