'Black list' Coldiretti: i 10 alimenti più pericolosi per la salute

Anche quest'anno Coldiretti ha stilato la classifica dei prodotti importati in Italia più pericolosi per la salute perchè caratterizzati dalla presenza di pesticidi altamente dannosi

Anche quest'anno Coldiretti, basandosi sui rapporti dell'Agenzia europea per la sicurezza alimentare sui residui dei fitosanitari in Europa e sul controllo effettuato dal Ministero della Salute ha elaborato la lista dei cibi pericolosi per la salute perchè ricchi di residui chimici e pesticidi.

Si parla di prodotti provenienti dall'estero che sono contaminati da sostanze che sono considerate 'illegali' nel nostro paese. Si tratta di prodotti tre volte più pericolosi di quelli presenti sul territorio tricolore.

Ecco le percentuali di pericolosità: 0,6% prodotti italiani, 1,9% prodotti alimentari importati in Italia, 5,8% prodotti di origine extracomunitaria.

Di seguito la 'black list' elaborata dalla Coldiretti coi 10 alimenti più pericolosi per la salute.

1 - Peperoncini piccanti della Repubblica Dominicana e dell'India: contaminati da pesticidi irregolari al 20% (dicofol, acephate, permethrin, methamidophos)

2 - Bacche di Goji della Cina: hanno pesticidi irregolari per il 13% (carbofuran)

3 - Riso del Pakistan: contaminato da pesticidi irregolari al 12,5%

4 - Melograni della Turchia: hanno un campione irregolare ogni 10 che vengono controllati a causa di una contaminazione da pesticidi del 9,1%

5 - Tè della Cina: pesticidi irregolari per l'8,3%

6 - Okra dell'India: piccola zucchina indiana che ha una percentuale di campioni irregolari del 6,7%

7 - Dragon Fruit dell'Indonesia: chiamato anche pitaya, ha una percentuale di pesticidi sul 6,7 dei campioni che vengono controllati

8 - Fagioli secchi del Brasile: percentuale di campioni irregolari del 6%

9 - Peperoni dolci dell'Egitto: così come le olive godono di un regime agevolato, ossia dazio zero da parte dell'Unione Europea. C'è però da considerare che una percentuale del 3,8% dei campioni che vengono esaminati risulta essere caratterizzato dalla presenza di pesticidi irregolari

10 - Olive da tavola dell'Egitto: percentuale di pesticidi anche in questo caso molto alta sui campioni, ossia il 3,8%

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento