Dieta: come evitare l'effetto yo-yo

Alcuni accorgimenti possono permetterci, dopo una dieta, di avere il cosidetto effetto yo-yo, ossia il repentino recupero del peso che è stato perso

Uno degli incubi peggiori per coloro che hanno da poco affrontato una dieta è quello di essere vittime del cosidetto effetto yo-yo, ossia l'oscillazione di peso che si verifica quando si fanno delle diete ipocaloriche alternate a periodi di regime libero.

Normalmente dietro l'effetto yo-yo c'è una dieta troppo restrittiva e poco sana che comporta un rallentamento eccessivo del metabolismo. In questo caso, appena si torna a mangiare normalmente, si recuperano tutti i chili persi.

Per evitare ciò ecco quindi una serie di consigli per evitare di poter incappare nel tanto  odiato effetto yo-yo e dimagrire in modo più sano e soprattutto definitivo.

Pasti - E' un falso mito quello che mangiare di meno fa risparmiare calorie e quindi dimagrire. In realtà il saltare un pasto spinge il cervello ad essere più affamato al pasto successivo e rallenta il metabolismo.

Eliminazione carboidrati - Altro falso mito è quello secondo il quale per dimagrire è necessario eliminare dalla propria dieta i carboidrati. L'eliminazione di questo elemento comporta a lungo andare una perdita di energia, di tessuto muscolare ed un rallentamento del metabolismo. Una dieta corretta deve comprendere anche carboidrati e grassi, ma è fondamentale prediligere cereali integrali, patate e legumi che garantiscono energia costante ed evitano che nel sangue ci possano essere livelli eccessivi di zucchero e quindi possa esserci la glicemia troppo alta.

Abolizione dei grassi - Non devono essere aboliti, ma devono essere scelti in modo oculato. I grassi buoni sono per esempio presenti nel pesce, nella frutta secca, nell'olio extravergine di oliva.

Etichette - Quando leggiamo light su un prodotto non dobbiamo prenderlo subito. Leggendo attentamente potremo capire se si tratta di un alimento dietetico o meno. Occorre fare attenzione ai valori dei nutrienti riportati.

Bevande - Durante una dieta è preferibile assumere acque detox, tisane, frullati di frutta, caffè (tutto senza zucchero). Vanno assolutamente evitati succhi di frutta, bevande energetiche, caffè zuccherati ed alcolici.

Dormire - Il dormire poco comporta la produzione di alcuni ormoni nel nostro organismo che stimolano la fame e fanno diminuire la sensazione di sazietà. Per questo motivo è necessario dare al proprio organismo le giuste ore di sonno.

Vita sedentaria ed attività fisica - Per poter dimagrire non è sufficiente concentrarsi sull'alimentazione ma è necessario fare attività fisica. Di certo questo tipo di attività non deve essere eccessiva ed estenuante. Bisogna cominciare a muoversi in modo graduale, partendo per esempio dallo scegliere le scale al posto dell'ascensore, parcheggiare lontano dal luogo di lavoro o occuparsi delle pulizie di casa. Spolverare per circa 30 minuti e lavare il bagno e le piastrelle fa consumare circa 260 calorie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salvatore Aranzulla vaccinato a soli 31 anni, è bufera sui social

  • Coronavirus, in Sicilia 1.120 nuovi casi (112 nel catanese) e 9 morti

  • Miniso apre anche a Catania ed offre nuove assunzioni

  • Covid, in Sicilia 1.450 nuovi casi e ricoveri in calo: Catania supera Palermo per nuovi contagi

  • Incidente stradale a Belpasso, camion si schianta contro il gazebo di un bar: un ferito

  • Incidente nel centro di Belpasso: arrestato il conducente del camion

Torna su
CataniaToday è in caricamento