Metabolismo 'on' e pancia sgonfia: la dieta 'fast'

Attraverso un particolare regime alimentare è possibile riattivare il metabolismo ed evitare l'annoso problema del gonfiore di stomaco

Di solito le diete 'fast' non vengono viste di buon occhio perchè spesso si corre il rischio di perdere liquidi e muscoli anzichè grasso e vedere risalire dopo poco tempo l'ago della bilancia.

E' però possibile optare per un regime alimentare che ha come obiettivo quello di riattivare il metabolismo e favorire una corretta digestione in modo tale da non avere più quella fastidiosa sensazione di gonfiore alla pancia.

Secondo alcuni esperti è necessario optare per uno schema alimentare che prevede cinque pasti: colazione, pranzo, cena e due spuntini a metà mattina e metà pomeriggio. Bisogna anche bere due bevande, che nel caso specifico devono essere una spremuta di limone appena svegli ed una tisana drenante durante la giornata.

Nei primi giorni della settimana bisogna optare per il consumo di proteine in modo da sviluppare la chetosi, ossia la riserva di grasso accumulata all'interno del nostro organismo che è l'elemento fondamentale che dà il via al processo di dimagrimento. 

A partire da quarto giorno della settimana occorre invece effettuare la cosidetta 'ricarica metabolica' per non fare restare l'organismo in chetosi. Bisogna quindi consumare pasta, patate, frutta, pane.

Negli ultimi tre giorni della settimana vanno esclusi i carboidrati complessi (pane, pasta, riso, patate) e restano solamente quelli semplici, ossia verdure di stagione, frutta e zucchero bianco. 

Gli alimenti sopra descritti possono essere consumati senza essere preventivamente pesati, ma senza esagerare. Unico controllo da effettuare è quello che riguarda i carboidrati semplici perchè sono i primi responsabili dell'aumento della glicemia nel sangue e quindi della produzione di insulina (ormone dell'accumulo del peso corporeo). 

Quindi meglio optare per 60 grammi di pasta a crudo, 1 fetta di pane integrale tostato, 80 grammi di cereali in chicchi che possono prendere il posto della pasta.

A questo tipo di dieta va necessariamente associata attività fisica da svolgere ogni giorno: più che sufficiente 30 minuti di passeggiata veloce. 

Per quanto riguarda la colazione, è preferibile sorseggiare una spremuta di arancia che funge da antibatterico e da stimolatore del metabolismo.

Una dieta del genere, seguita per 2 settimane, potrà portare risultati abbastanza soddisfacenti. Come in ogni situazione prima di intraprenderla è però preferibile chiedere consiglio al proprio medico di famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Via Leopardi, carabinieri scoprono un "buco" che collegava una casa disabitata ad una banca

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento