rotate-mobile
Alimentazione

Fiori commestibili: quali sono e proprietà

Esistono in natura alcuni fiori che possono essere utilizzati in tavola sia come ornamento che come alimenti

Sulle tavole da pranzo di molte abitazioni i centrotavola floreali sono una tradizione. Ma ogni tanto i fiori possono essere messi sulle nostre tavole anche come pietanza. I fiori commestibili o eduli sono usati in diversi modi e possono essere trovati nei menù di tutto il mondo.

Oltre a migliorare l'aspetto ed il valore estetico del cibo, i fiori eduli hanno anche proprietà benefiche e nutrienti per la salute.

Fiori eduli - Quali sono

Ibisco - Le piante di ibisco producono grandi fiori ornati che crescono nei climi tropicali di tutto il mondo. Viene utilizzato spesso per tè, condimenti, marmellate o insalate. Alcuni studi hanno dimostrato che l'ibisco aiuta a ridurre la pressione sanguigna ed i livelli di colesterolo.

Denti di leone - Sono piccoli fiori con petali giallo brillante. Ogni parte di questa pianta può essere assaporata (anche radici, steli e foglie). Hanno proprietà antiossidanti. Possono essere consumati crudi, da soli o con insalata. Possono anche essere impanati e fritti o usati per produrre gelatina o vino.

Lavanda - Erba floreale che viene coltivata nel Mediterraneo ed in alcune parti dell'Africa. La sua colorazione ed aroma la rende perfetta per essere abbinata a molti alimenti (prodotti da forno, infusi, liquori, tisane). Ha effetti calmanti. La lavanda si abbina bene ai frutti di bosco, agli agrumi, al rosmarino, alla salvia, al timo ed alla cioccolata.

Nasturzio - Fiore molto usato in cucina per i suoi fiori dai colori vivaci e per il suo sapore sapido. Sono commestibili cotti o crudi sia le foglie che i fiori. Sono spesso contorno per torte, pasticcini ed insalate. Contiene molti minerali e composti con effetti antiossidanti ed antinfiammatori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiori commestibili: quali sono e proprietà

CataniaToday è in caricamento