Gravidanza estiva: come affrontarla al meglio

Ecco, di seguito, alcuni consigli che potranno tornare utili a coloro che sono in gravidanza durante i caldi periodi estivi

Il caldo in estate è un qualcosa che dà fastidio a tutti, a maggior ragione a coloro che stanno affrontando una gravidanza.

Basta un niente per sentirsi subito in affanno o per essere molto sudati. A provocare un ulteriore aumento della temperatura corporea è il progesterone, l'ormone della gravidanza. 

Al caldo si aggiunge la pesantezza alle gambe dovuta alle variazioni ormonali ed all'aumento di dimensioni dell'utero che rende più difficile la circolazione del sangue.

Ecco, di seguito, alcuni consigli su come combattere al meglio le alte temperature.

- bere tanto

- non esporsi al sole nelle ore centrali

- consumare pasti freschi e leggeri

- non eccedere nell'utilizzo del condizionatore

- indossare abiti comodi, leggeri ed in tessuti naturali che favoriscono la traspirazione della pelle

- fare docce e bagni frequentemente ma non utilizzando tutte le volte il sapone

- se si possiede una vasca da bagno provare a fare un bagno con acqua e avena o amido di riso (sostanze che hanno azione assorbente)

- evitare di stare a lungo fermi, in piedi o seduta per diminuire il gonfiore delle gambe causato dall'accumulo di liquidi tra i capillari

- fare delle passeggiate in acqua per stimolare la circolazione e contrastare la ritenzione idrica (soprattutto nelle prime ore del mattino o tardo pomeriggio)

- quando le gambe sono troppo gonfie tenere le gambe sollevate, fare dei massaggi drenanti o pediluvi con acqua tiepida e sale grosso

- concedersi un sonno pomeridiano, leggere la sera un libro o guardare un po' di tv per rilassarsi al meglio

Le migliori creme solari per viso e corpo

Gravidanza in vacanza

Al mare - Non esporsi al sole nelle ore più calde e quando lo si fa usare sempre creme con filtri solari elevati; è consigliabile fare delle passeggiate sul bagnasciuga in modo da riattivare la circolazione e stimolare il metabolismo

In montagna - Non superare mai i 1300-1400 metri di altitudine perchè quando quest'ultima aumenta diminuisce la concentrazione di ossigeno nell'aria e questo non farebbe bene al sistema placentare che ha bisogno di prendere sempre tanto ossigeno dall'organismo materno; consigliate le passeggiate all'aria aperta ma sempre in zone pianeggianti.

In aereo - Sedersi dove c'è possibilità di alzarsi spesso e camminare ogni tanto anche solo per qualche metro; mentre si è seduti fare dei movimenti circolari con le dita di mani e piedi in modo da stimolare la circolazione; la cintura di sicurezza va comunque allacciata, ma sotto il pancione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Sparatoria in viale Grimaldi, si scava nel mondo della droga per cercare il movente

  • Coronavirus, Musumeci firma nuova ordinanza: cosa cambia adesso in Sicilia

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento