Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cura della persona

Cotton fioc: i danni derivanti dall'utilizzo prolungato

L'utilizzo troppo prolungato del cotton fioc può esporre il nostro orecchio a possibili danni al timpano: ecco tutto quello che c'è da sapere

Un articolo di qualche tempo fa pubblicato sul Washington Post ha definito i cotton fioc tra i prodotti più controversi del mondo Occidentale.

Ad inventarli è stato lo statunitense di origine polacca Leo Gerstenzang prendendo spunto dal fatto che la moglie metteva un fiocco di cotone all'estremità dello stuzzicadenti per applicare al figlio prodotti sulla pelle.

E nonostante non siano mai stati indicati come prodotti per la pulizia delle orecchie (anzi sono sconsigliati perchè introducono batteri e possono rimanere incastrati) vengono comunemente utilizzati da tutti.

Cotton fioc - Possibili danni

L'uso continuo del cotton fioc provoca prurito nelle orecchie (ma anche una sensazione di piccolo solletico quando si introduce il bastoncino) per ragioni dermatologiche ma crea in tutti noi un circolo vizioso che ci spinge ad utilizzarli ancora di più. 

Il principale pericolo è rappresentato dalla possibile perforazione del timpano. Il timpano è la membrana che trasmette suoni dall'orecchio esterno alle ossa all'interno dell'orecchio.

Nella realtà l'orecchio è un organo autopulente: la pelle morta nel condotto uditivo ed il cerume si spostano gradualmente verso l'esterno grazie alla presenza di piccole ciglie. Non c'è quindi motivo di utilizzare il cotton fioc.

I medici consigliano di utilizzare una asciugamano di cotone mordbido per pulire le orecchie, correndo così rischi minori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cotton fioc: i danni derivanti dall'utilizzo prolungato

CataniaToday è in caricamento