Acne da mascherina: cause e rimedi

Il continuo utilizzo della mascherina, necessario per evitare il contagio da Covid-19, non fa comunque bene alla nostra pelle. Esistono però degli accorgimenti da poter attuare

L'emergenza Covid-19 e la necessità/obbligo di indossare la mascherina ha fatto sì che in campo medico venisse coniato un nuovo fenomeno clinico chiamato 'maskne', ossia l'ostruzione dei pori e l'acne sul viso (zona inferiore, sotto il naso) causato dall'utilizzo di questo indumento. 

La mascherina, purtroppo, non fa altro che peggiorare le condizioni della pelle di ognuno di noi: chi ha la pelle grassa si trova a fare i conti con una produzione eccessiva di sebo e quindi con la comparsa di arrossamenti, infiammazioni, punti neri e quindi brufoli; chi ha la pelle secca sentirà sicuramente l'esigenza di mettere più crema idratante del solito. 

I fattori scatenanti del 'maskne' sono l'attrito costante della mascherina contro il viso, l'umidità derivante dalla respirazione e la crescita eccessiva di batteri.

L'utilizzo della mascherina, in primis può comportare gonfiore, dolore, pelle secca, eritame, desquamazione e brufoli. Nei soggetti particolarmente predisposti, anche dermatiti allergiche da contatto, dermatite da irritazione sui punti di pressione (naso, orecchie), dermatite seborroica, rosacea o nuovi pattern di rughe.

Maskne - Consigli 

- Evitare l'utilizzo di prodotti per la cura della pelle (utilizzarli al rientro a casa)

- Una volta rientrati a casa lavare la faccia con un detergente delicato ed utilizzare una buona crema idratante 

- Non usare mai sotto la mascherina prodotti eccessivamente ricchi di fragranze

- Lavare il viso prima e dopo aver indossato la mascherina per garantire sempre che la pelle sia pulita (anche quella con acne)

- Evitare l'uso di prodotti per il makeup sotto la mascherina; l'umidità che si crea al suo interno influenza la produzione di sebo e l'ostruzione dei pori

- Alimentazione: bisogna evitare il consumo di alcolici, fritti, dolci e prediligere invece frutta, verdura, mirtilli, avocado ed agrumi. Importante anche consumare curcuma, se non piace come alimento esistono anche degli integratori che hanno proprietà antinfiammatorie

- Maschere naturali: mezzo avocado, un cucchiaino di miele, un po' di avena e crusca, questi gli ingredienti per creare l'impasto (che può anche servire da colazione vera e propria). L'avocado idrata la pelle, eliminando le piccole rughe in via di formazione, l'avena esfolia la pelle grassa, favorendo il processo di seboregolazione. 

Per quanto riguarda la mascherina che portiamo il consiglio principale è quello di igienizzarla sempre con prodotti antibatterici. Evitare il riutilizzo di quelle già usate troppe volte o sporche di trucco. Si tratta in questo caso di errori che potranno causare ulteriore ostruzione dei pori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sindrome dell'occhio secco e cataratta: la soluzione è il collirio alla vitamina D

  • L'Etna ci riprova con un nuovo parossismo: è la sesta eruzione

  • Si intensifica l'attività dell'Etna: nuova emissione di cenere dal cratere di Sud Est

  • Le mani del clan Santapaola-Ercolano sulle scommesse sportive online

  • Università di Catania, Elisabetta Sciacca ottiene il titolo di "Doctor Europaeus"

  • Coronavirus, in Sicilia sono 578 i nuovi positivi: a Catania +123

Torna su
CataniaToday è in caricamento