Cura della persona

Cosmetici: come individuare gli ingredienti pericolosi

E' importante saper leggere gli ingredienti che sono contenuti nei cosmetici che utilizziamo ogni giorno per capire se ce ne sono alcuni che sono dannosi per la nostra salute

Creme, saponi, shampoo e tutti gli altri prodotti che utilizziamo per la cosmetica sono sì alleati della bellezza ma allo stesso tempo possono diventare pericolosi nel momento in cui non ci si rende conto, non leggendo le etichette, che contengono ingredienti nocivi alla nostra salute (conservanti dannosi per la cute, tensioattivi aggressivi, siliconi e derivati del petrolio, sostante filmanti che ricoprono cute e capelli e che quindi gli impediscono di avere il nutrimento necessario).

Ecco quindi come imparare a leggere l'INCI dei prodotti cosmetici, ossia International Nomenclature Cosmedict Ingredients: al suo interno vengono indicati tutti gli ingredienti presenti in un determinato cosmetico.

Gli ingredienti sono elencati in ordine decrescente in base alla loro concentrazione: i primi della lista sono quindi quelli presenti in maggiore quantità, gli ultimi sono contenuti solamente in piccole quantità. Le concentrazioni che non arrivano all'1% possono anche essere indicate in ordine sparso. 

Importante sapere che nel momento in cui il nome di un determinato ingrediente viene inserito in latino è stata utilizzata la sua formulazione chimica pura, se invece troviamo un asterisco significa che quell'ingrediente è anche di natura biologica. Quando il nome è in inglese vuol dire che l'ingrediente è di origine chimica.

Cosmetica - Quali ingredienti evitare

Petrolati ed oli minerali - Sono sostanze che derivano dagli scarti di raffinazione del petrolio e non sono nè biodegradabili nè ecocompatibili. Paraffinum liquidum, mineral oil, vaselina, ceresin, petrolatum, paraffin, isoparaffin, cera microcristallina e ozokerite.

Siliconi - Non permettono a cute e capelli di 'respirare'. Sono derivati del petrolio molto inquinanti e per niente dermocompatibili. In generale tutti gli ingredienti che finiscono con -thicone, -xiloxane, -silanoil.

Conservanti chimici - Sono sostanze inquinanti, cancerogene ed allergizzanti che possono interferire in modo netto con il nostro sistema ormonale. Formaldheyde, Triclosan, Imidazolidinyl urea, Diazolidinyl urea, DMDM Hydantoin, Methylisothiazolinone, Methylchloroisothiazolinone, Butilidrossianisolo (BHA) e il Butilidrossitoluolo (BHT).

Emulsionanti - Sostanze che permettono al prodotto di essere più fluido soprattutto se mescolato con quantità di ethylene oxide e 1,4-dioxane, altamente cancerogeni. PEG6, PEG20, PEG 75, PEG-4, PEG-n, PEG-40 Hydrogenated Castor Oil, Propylen Glycol, Butylen Glycol, Polypropylene Glycol, Ethylene Glycol.

Tensioattivi - Di per sè non sono sostanze chimiche pericolose. Possono però avere come effetto collaterale indesiderato quello di produrre secchezza ed ipersensibilità della pelle e del cuoio capelluto. 

Altri ingredienti pericolosi - Antibatterici chimici (Triclosan, chlorexidine), antitraspiranti (alluminio cloridrato), assorbenti (Stearalkonium bentonite, distearimonium hectorite, perlite) ed in generale tutte le sostanze che terminano in –trimonium, in –dimonium (inquinante per le acque) e in –glycol (solventi sintetici aggressivi sulla pelle).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosmetici: come individuare gli ingredienti pericolosi

CataniaToday è in caricamento