Cura della persona

Spazzolino elettrico: perchè conviene usarlo

Sono innumerevoli i vantaggi che derivano dall'utilizzo giornaliero dello spazzolino elettrico: gli ultimi messi in commercio sono sempre più tecnologici

Uno degli strumenti necessari al giorno d'oggi per avere un'ottima igiene orale è sicuramente lo spazzolino elettrico.

Nel corso degli anni questo dispositivo è diventato sempre più tecnologico:  ad oggi è possibile monitorare il tempo di spazzolamento per ogni quadrante della bocca, modificare la modalità di spazzolamento in base alla zona da trattare e segnalare se si sta facendo troppa pressione durante lo spazzolamento. 

E' chiaro però che per ottenere gli effetti desiderati è indispensabile il modo in cui viene utilizzato lo spazzolino e che al suo utilizzo si uniscano delle periodiche visite di controllo dal dentista.

Spazzolino elettrico - Perchè sì

- E' comodo e pratico per tutti, compresi bambini (che lo possono vedere anche come un gioco) e persone con disabilità o anziane che hanno difficoltà anche a spazzolarsi i denti

- E' più efficace rispetto allo spazzolino manuale per quanto riguarda i residui di cibo e la placca grazie alle oscillazioni prodotte dalle testine su ogni dente

- Sono presenti in commercio diversi tipi di testine che si possono adattare a tutti i tipi di denti e di gengive, anche a quelle più sensibili (le testine vanno cambiate ogni 3 mesi e soprattutto quando cambiano le esigenze dei nostri denti)

- Hanno un manico poco ingombrante e sono facili da portare anche in borsa; può essere ricaricato ovunque e la batteria ha una durata di circa 2 settimane

- E' presente un sensore di pressione che indica quando spazzoliamo troppo e possiamo quindi danneggiare sia denti che gengive

- Esistono modelli con un sensore che ogni 30 secondi avverte che è necessario cambiare l'arcata dentale da spazzolare (il tempo minimo di utilizzo è quindi di 2 minuti)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spazzolino elettrico: perchè conviene usarlo

CataniaToday è in caricamento