Giovedì, 23 Settembre 2021
Salute

Disidratazione: rischi e conseguenze

La disidratazione, se eccessiva, può portare a gravi conseguenze per il nostro organismo e di riflesso per la nostra salute

Il nostro corpo è formato per il 60% da acqua. Per questo motivo è bene che la presenza di questo elemento nel nostro organismo non scenda mai sotto il livello per non compromettere la funzionalità delle nostre cellule.

La mancanza di acqua porta a disidratazione, che può manifestarsi in forma lieve o in forma grave. La prima si può facilmente risolvere assumendo banalmente dei liquidi, per quanto riguarda la seconda possono manifestarsi una serie di problemi che non devono essere assolutamente trascurati.

Disidratazione - Conseguenze gravi

Pressione - Sia la pressione che la massa del sangue possono scendere a livello così bassi da poter provocare uno choc ipovolemico, che può compromettere la funzionalità degli organi. E' chiaro però che questo evento può verificarsi non dopo una semplice corsa o un semplice jogging, ma quando c'è una considerevole perdita di liquidi. Chi deve preoccuparsi sono coloro che nel periodo di caldo sono impegnati in attività fisiche particolarmente intense.

Reni - A causa dell'eccessiva disidratazione si può soffrire di calcoli renali. Senza acqua all'interno dell'organismo i reni ricevono l'impulso di trattenerne di più e quindi si urina di meno. Una urina maggiormente concentrata è tra i fattori che possono comportare la formazione dei calcoli renali. Se la disidratazione è prolungata è possibile anche soffrire di infiammazione delle vie urinarie o di insufficienza renale.

Convulsioni e crisi epilettiche - Nel momento in cui ci si trova in una condizione di disidratazione il potassio, il sodio, il calcio, elettroliti più importanti del corpo umano, non sono più in equilibrio tra di loro e questo può portare, nei casi più gravi, al verificarsi di crisi epilettiche. Se ci si sente confusi e stanchi e non si urina da almeno 12 ore è sempre bene andarae al pronto soccorso.

Colpo di calore - Vertigini, tachicardia, stato confusionale e perdita di conoscenza sono alcuni dei sintomi del colpo di calore. Questo problema si manifesta nel momento in cui c'è una prolungata ed eccessiva esposizione ai raggi solari ed il corpo non è in grado di raffreddarsi da solo tramite la sudorazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disidratazione: rischi e conseguenze

CataniaToday è in caricamento