Coronavirus e smart working: come non prendere peso

In questo periodo nel quale siamo costretti a lavorare da casa è più facile lasciarsi andare a qualche leggerezza di troppo in quanto a cibo da consumare

Lo smart working costituisce un pericolo per la salute perchè lavorando a casa si è molto vicini al frigorifero e si tende spesso a fare qualche pausa-snack di troppo durante la giornata.

Chi di noi non ha la tendenza o l'abitudine ad aprire il frigo o la dispensa e consolarsi con uno snack dolce per gratificare sensi e palato.

Per evitare che al termine di questo periodo si possa avere qualche chilo di troppo è bene seguire alcune particolari regole, suggerite da più nutrizionisti.

- aumentare il consumo di alimenti con vitamina C (arance, mandarini, kiwi, frutti di bosco, insalate di rucola e pomodori, broccoli, cavolfiori)

- aumentare il consumo di frutta secca (mandorle, pistacchi, noci)

- mangiare cibi colorati (aiuta il buon umore), in particolar modo alimenti di colore arancione (carote, zucca, ricchi di vitamina A) soprattutto per arricchire il sapore di pesce o carne cotta al vapore

- utilizzare sempre olio extravergine di oliva, che contiene vitamina E che riduce lo stress ossidativo e aiuta il sistema immunitario

- dedicarsi alla cucina per creare nuovi abbinamenti senza però appensantire mai stomaco e palato

- mangiare yogurt (con dei pezzettoni di cioccolato fondente) al posto dei soliti snack: lo yogurt è un probiotico che mantiene in equilibrio l'intestino ed aiuta le difese immunitarie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento