rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Salute

'Bonus psicologico' - Cosa c'è da sapere prima di richiederlo

Il bonus psicologo desta sempre più interesse, con le ricerche online al +800% in un mese. Ma che cosa bisogna sapere prima di iniziare un percorso di psicoterapia?

La Serenis, piattaforma che affianca le persone per individuare il percorso psicologico a loro più adatto, ha effettuato un sondaggio dal quale è emersa, a maggior ragione post-pandemia, la crescita d'interesse nei confronti della psicoterapia e del 'Bonus psicologico' (si è ancora in attesa del decreto attuativo, che dovrebbe arrivare alla fine di marzo 2022 e che prevederà quali requisiti saranno necessari per poterlo richiedere).

E' però al contempo innegabile che spesso ci sia una asimmetria a causa della mancanza di una adeguata comunicazione relativamente all'assegnazione del bonus che potrebbe comportare una dispersione delle risorse messe a disposizione (600 euro il bonus previsto per ogni singola persona).

Per far sì che la scelta di questo mezzo possa giungere effettivamente a coloro che ne hanno bisogno ecco, da parte degli esperti di Serenis.it, alcune linee guida e cose da sapere prima di iniziare un percorso con la psicoterapia.

Scelta del terapeuta - La terapia si fa in due, i terapeuti non sono tutti uguali, e non esistono terapeuti 'bravi' o 'scarsi'. Il professionista va quindi scelto in base alla sua esperienza su determinati argomenti, alla familiarità con una certa categoria di persone ed all'affinità di comunicazione. In questo senso è diventata un aiuto nell'individuare il terapeuta giusto anche la terapia online.

Impegno sul medio periodo - Il benessere psicologico come quello fisico non deve essere una azione limitata nel tempo ma qualcosa di costante nel corso della vita. Non vuol dire che le sedute devono durare tutta la vita ma che una buona psicoterapia può lasciare il segno in positivo in relazione agli strumenti che utilizzeremo 'post' nella vita di tutti i giorni.

Gioco di squadra - Per il successo del percorso terapeutico è fondamentale il supporto di familiari, partner, amici fidati. Bisogna anche necessariamente superare il pregiudizio secondo il quale di questi argomenti non bisogna parlarne con altri per vergogna. Anzi confrontarsi con l'altro è un tassello fondamentale per una buona terapia.

Obiettivi - Spesso la prima domanda che si fa è 'Perchè sei qui'. La ragione dietro questa domanda non deve essere solo quella di definire la persona che si ha di fronte ma iniziare a capire i contorni del problema ed individuare le eventuali soluzioni. Il monitoraggio dei progressi della terapia è parte fondamentale del percorso stesso. In ugual modo nel corso dei mesi possono anche cambiare gli obiettivi ed il modo in cui devono essere raggiunti, ragione per la quale sono sempre necessari percorsi strettamente personalizzati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Bonus psicologico' - Cosa c'è da sapere prima di richiederlo

CataniaToday è in caricamento