Sindrome delle gambe senza riposo: cause, sintomi e rimedi

La sindrome delle gambe senza riposo o sindrome di Willis-Ekbom è un problema che consiste nella necessità di muovere continuamente gli arti inferiori

Quando parliamo di 'Sindrome delle gambe senza riposo o sindrome di Willis-Ekbom' ci riferiamo ad un problema caratterizzato da una voglia irrefrenabile di muovere le gambe associata ad una sensazione di fastidio, dolore, formicolio ed imbarazzo.

Sintomi

- sensazione di fastidio intenso ad entrambi gli arti inferiori, un misto di formicolio, prurito, bruciore e raramente anche dolore

- il fastidio raggiunge il picco massimo durante le ore notturne, quando si è a riposo o inattivi

- difficoltà ad addormentarsi e rimanere addormentato

- sensazione di stanchezza durante il giorno

- possono risultare compromesse attività come studio o lavoro e la mancanza di sonno può fare insorgere depressione, sbalzi d'umore ed altri problemi sia fisici che cognitivi

Cause

Non esiste ancora una causa accertata nonostante i vari studi scientifici effettuati. E' comunque più usuale che si manifesti nelle fasce sociali economicamente più basse (soprattutto nei soggetti con problemi di alcolismo o con mancanza di sonno).

Nel 70% dei bambini che ne sono affetti c'è almeno un parente che risulta avere questa patologia: si presenta con disattenzione, smania, iperattività ed altre alterazioni del comportamento. Le donne possono essere più colpite durante la gravidanza. 

Ne possono risultare particolarmente colpiti gli anziani soprattutto se presentano disturbi specifici come il Morbo di Parkinson o anche coloro che hanno carenza di ferro, che assumono alcuni tipi di farmaci (antidepressivi, antipsicotici, sedativi, antistaminici). 

Cure - Farmaci, esercizi, stile di vita

Il trattamento ha come obiettivo quello di alleviare i sintomi mediante una modifica allo stile di vita: diminuzione dell'uso di caffeina, dormire regolarmente, non consumare più alcool o tabacco. 

Altre cure possono essere i massaggi alle gambe, impacchi ghiacciati o tiepidi, usare un cuscino vibrante sotto le gambe, una dieta sana ed un controllo periodico dei valori del ferro. 

Come analgesico naturale può essere usata la menta in quanto il metanolo rilassa i muscoli. Giocano un importante ruolo anche gli esercizi di respirazione in quanto i muscoli hanno bisogno di ossigeno per essere integri e la sua mancanza ne comporta una maggiore rigidità. Un esercizio facile da fare può essere quello di stare seduti ed inspirare ed espirare per qualche minuto. Ripetetere l'esercizio ogni giorno prima di andare a dormire. 

Fa bene anche l'acqua, vanno consumati almeno 6-7 bicchieri prima di andare a letto. L'acqua infatti impedisce la contrazione muscolare e quindi diminuisce i sintomi del problema. 

Per quanto riguarda i farmaci di solito possono essere prescritti quelli dopaminergici (che agiscono sulla dopamina) e le benzodiazepine (farmaci sedativi che cercano di regolare il sonno e l'insonnia). Nel momento in cui i crampi sono troppo acuti vengono consigliati anche gli analgesici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Allerta meteo arancione su Catania per possibili temporali

  • Coronavirus, 27 nuovi casi in Sicilia: a Catania sono 6

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento