Celiachia: sintomi insoliti da non trascurare

Sono in aumento in Italia i casi di celiachia: ed è possibile che il problema possa sorgere anche attraverso la presenza di sintomi insoliti rispetto a quelli usuali

Lo scorso 27 settembre si è svolto un incontro, organizzato dall'AIC, Associazione Italiana Celiachia, dal titolo 'The future of Celiac Disease'. 

Nel corso dell'incontro è stato evidenziato come negli ultimi anni in Italia siano notevolmente aumentati i casi di celiachia. Al momento si stima la presenza di 1 milione di casi a livello nazionale. 

Alla base di questo aumento ci sarebbero delle cause di natura ambientale, non ancora chiaramente individuate. E' stata però fissata la necessità di ottimizzare le procedure che portano alla diagnosi, che spesso può arrivare anche 6 anni dopo la manifestazione dei primi sintomi.

Esistono infatti dei cosidetti pazienti camaleonte, ossia soggetti che sono caratterizzati dalla presenza di sintomi insoliti come orticaria, anemia, ciclo mestruale irregolare, afte.

Per questo motivo è necessario prevedere l'esecuzione di test del sangue mirati su pazienti che vengono ricoverati nei reparti di ginecologia, medicina interna e pediatria. Si stima infatti che al giorno d'oggi circa 400.000 persone soffrono di celiachia ma non lo sanno ancora.

C'è infatti da considerare che la celiachia, che è cosa diversa rispetto all'intolleranza al glutine, se non viene trattata può causare delle complicazioni.

Celiachia - Possibili complicazioni

- poliabortività

- fratture ossee

- insorgenza di linfomi intestinali 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento