Martedì, 3 Agosto 2021
Salute

Vaccini: quali sono obbligatori e quali gratuiti

A differenza del passato sono aumentati i vaccini obbligatori per i minori di 16 anni. Ecco un vademecum che può aiutare a fare meno confusione

I vaccini sono medicinali biologici che hanno lo scopo di prevenire una o più malattie infettive attraverso la stimolazione del sistema immunitario (produzione di anticorpi, attivazione di specifiche cellule) e la conseguente acquisizione della cosiddetta “immunità attiva”.

Il Calendario vaccinale, incluso nel Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale (PNPV) 2017-2019 è stato inserito nel DPCM sui Livelli essenziali di assistenza (LEA). Il decreto vaccini ha successivamente reso obbligatorie per i minori di 16 anni dieci delle vaccinazioni e ne ha fortemente raccomandate quattro ad offerta attiva e gratuita.

Ma nel PNPV 2017-2019 sono altresì indicate in offerta attiva e gratuita anche le vaccinazioni antipapilloma virus (HPV) negli undicenni e anti-meningococcica tetravalente ACWY nell’adolescenza.

Bambini da zero a 6 anni - Vaccinazioni gratuite offerte dal Servizio Sanitario Nazionale 

- Anti-difterica: ciclo di base 3 dosi nel primo anno di vita e richiamo a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-poliomielite: ciclo di base 3 dosi nel primo anno di vita e richiamo a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-tetanica: ciclo di base 3 dosi nel primo anno di vita e richiamo a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-epatite virale B: 3 dosi nel primo anno di vita (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-pertosse: ciclo di base 3 dosi nel primo anno di vita e richiamo a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-Haemophilus influenzae tipo b: 3 dosi nel primo anno di vita (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-meningococcica B: 3 o 4 dosi nel primo anno di vita, a seconda del mese di somministrazione della prima dose (fortemente raccomandata per i nati a partire dal 2017)
- Anti-rotavirus: 2 o 3 dosi nel primo anno di vita, a seconda del tipo di vaccino (fortemente raccomandata per i nati a partire dal 2017)
- Anti-pneumococcica: 3 dosi nel primo anno di vita (fortemente raccomandata per i nati a partire dal 2012)
- Anti-meningococcica C: 1° dose nel secondo anno di vita (fortemente raccomandata per i nati a partire dal 2012)
- Anti-varicella: 1° dose nel secondo anno di vita e 2° dose a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2017)
- Anti-morbillo: 1° dose nel secondo anno di vita e 2° dose a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-parotite: 1° dose nel secondo anno di vita e 2° dose a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-rosolia: 1° dose nel secondo anno di vita e 2° dose a 6 anni (obbligatoria per i nati dal 2001)

Adolescenti

- Anti-difterica: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-poliomielite: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-tetanica: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-pertosse: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001)
- Anti-HPV per le ragazze e i ragazzi (2 dosi nel corso del 12° anno di vita)
- Anti-meningococcica tetravalente ACWY135 (1 dose)

La Legge 31 luglio 2017, n. 119  in materia di prevenzione vaccinale, elenca le vaccinazioni obbligatorie e gratuite e quelle a offerta gratuita e libera per  i  minori  di età compresa tra zero e sedici anni e per i minori stranieri non accompagnati, in base alle specifiche indicazioni del Calendario vaccinale nazionale 2017-19 adottato dal Piano nazionale prevenzione vaccinale (PNPV).

Vaccinazioni obbligatorie

- anti-poliomielitica
- anti-difterica
- anti-tetanica
- anti-epatite B
- anti-pertosse
- anti-Haemophilus influenzae tipo b
- anti-morbillo
- anti-rosolia
- anti-parotite
- anti-varicella

Per quanto riguarda le ultime quattro vaccinazioni (anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella) l'obbligatorietà è soggetta a variazione ogni tre anni in base ai dati epidemiologici e delle coperture vaccinali raggiunte. 

Vaccinazioni gratuite ma non obbligatorie

-anti-meningococcica B
-anti-meningococcica C
- anti-pneumococcica
- anti-rotavirus

E' possibile per le Regioni e per le Pubbliche amministrazioni, in caso di specifiche esigenze ed evidenze epidemologiche, poter disporre l'ampliamento dell'offerta vaccinale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini: quali sono obbligatori e quali gratuiti

CataniaToday è in caricamento