C'era na vota 'n re

C'era na vota 'n re

Nel paese dei mostri selvaggi

Un capolavoro della letteratura illustrata per bambini che sa parlare a tutte le età, in ogni epoca, come solo un classico sa fare

La rabbia è un'emozione preziosa. Già, chissà quante volte lo abbiamo letto, quanti psicologi e pedagogisti hanno sostenuto l'importanza della sua libera espressione, il bisogno del suo riconoscimento...eppure quando ad arrabbiarsi è tua figlia, lo sguardo corrucciato, le braccia conserte, quasi non ne avesse più e il suo corpo fosse un razzo pronto a volare alto nel cielo, seguito dalla sua scia di fuoco...beh, in quel caso vorresti che smettesse subito di esserlo, che fosse sempre sorridente, contenibile, riconoscibile, sì, perché la rabbia la trasforma, ci trasforma, fosse anche per un solo minuto, non siamo più noi, in noi, e improvvisamente tutto quel mondo che conosciamo si trasfigura.

Maurice Sendak non so quanto si arrabbiasse ma di certo è stato capace nel suo albo più fortunato e famoso, "Nel paese dei mostri selvaggi" (oggi edito da Adelphi) di buttare giù ogni tabù (era il 1963!) e di raccontare con parole e splendide illustrazioni questa emozione così potente, rappresentando ancora oggi uno strumento prezioso per provare a leggere insieme, adulto e bambino, dentro questo pozzo profondo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Max ha circa otto anni, un costume da lupo e una rabbia incontenibile, da vero mostro selvaggio, pronto a 'sbranare'la sua mamma; cacciato a letto senza cena partirà per un viaggio straordinario che lo porterà molto lontano, in una terra selvaggia dove la rabbia ha diritto di cittadinanza e la si può perfino ballare. Basterà però volgere lo sguardo lontano da quei bonari mostri selvaggi per avvertire forte come un pugno la mancanza di quel luogo in cui "ci amano più di qualsiasi altro posto al mondo" e non sarà troppo tardi per farvi ritorno e trovare la cena "ancora calda" ad aspettarlo, caldo come l'amore di chi ti abbraccerà, certo che non sarai andato troppo lontano da quel cuore.

C'era na vota 'n re

Mi ricordo che la nonna Maria aveva capelli bianchissimi, occhi parlanti e una danza di parole sulle labbra...l'amore per le storie nasce dalla relazione, dall'incontro tra adulto e bambino e allora raccontate, leggete ai vostri bambini! Questo spazio è per voi, leggerete di letteratura per l'infanzia, lettura ad alta voce, promozione del libro, illustrazione, a metà strada tra riflessioni e suggerimenti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento