C'era na vota 'n re

C'era na vota 'n re

Parole di latte

"Parole di latte" è un albo illustrato dal tratto sognante di Cristiana Cerretti e musicato dalla poesia di Silvia Roncaglia, poche pagine ma che tanto hanno da raccontarci, da ricordarci, perché come accade con ogni albo, basta varcarne la soglia della copertina per entrare in un'altra dimensione

"Vita che succhia latte appena nata

con parole di latte va narrata.

Son parole di seno e di calore

succhiate insieme al battito di un cuore."

Raccontiamo sempre storie ai nostri figli, anche quando ci illudiamo di non farlo, quando rimaniamo in silenzio, ci pensano gli occhi, le mani, il nostro corpo a farsi parola, persino il latte che offriamo dal seno ai nuovi arrivati, quello che neghiamo. Ogni gesto è parola e i nostri bambini imparano sin da subito questo alfabeto muto.

"Parole di latte" è un albo illustrato dal tratto sognante di Cristiana Cerretti e musicato dalla poesia di Silvia Roncaglia, poche pagine ma che tanto hanno da raccontarci, da ricordarci, perché come accade con ogni albo, basta varcarne la soglia della copertina per entrare in un'altra dimensione, trascinandoci al primo abbraccio ricevuto, quello che stretto ci teneva sul cuore della nostra mamma, perché è lì che tutto ha origine, è quel cuore a raccontarci la nostra prima storia, quella che mai dimenticheremo e che forse ci metteremo un'intera vita per ritrovare e ascoltare di nuovo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ne scorro le pagine, mi perdo tra i suoni delle allitterazioni, delle rime e mi chiedo: può il latte essere parola? Può narrare una storia? Il latte materno viene da lontano, dalle profondità corporee materne e porta con sé molto più che grassi, proteine e carboidrati, trasferisce sentimenti, emozioni, salda insieme generazioni, nutre il corpo e appaga il cuore. E il nutrimento è questione centrale nella dialettica mamma- bambino, ci occupiamo ogni giorno di nutrire i nostri figli e inseguendo un carrello al supermercato ci interroghiamo sulla qualità degli alimenti, sulla provenienza, sulla filiera corta e la filiera lunga, sul chilometro zero e la sostenibilità ambientale... ma forse dovremmo dedicare la stessa cura anche a ciò che nutre il cuore dei nostri figli. E allora leggiamo, raccontiamo, emozioniamoci insieme scegliendo quella storia che ci tiene uniti, aprendoci a storie che arrivano da terre lontane, da tempi lontani. Se il latte è il nostro primo alimento, la nostra prima coccola e la nostra prima storia, continuiamo a nutrirci, anche quando lo svezzamento sarà ormai un ricordo lontano, avviciniamo il nostro orecchio al cuore pulsante delle storie e lasciamo che ci parlino, di bianco ci sarà rimasto solo il foglio su cui danzano centinaia di migliaia di lettere che forse ci chiameranno per nome.

C'era na vota 'n re

Mi ricordo che la nonna Maria aveva capelli bianchissimi, occhi parlanti e una danza di parole sulle labbra...l'amore per le storie nasce dalla relazione, dall'incontro tra adulto e bambino e allora raccontate, leggete ai vostri bambini! Questo spazio è per voi, leggerete di letteratura per l'infanzia, lettura ad alta voce, promozione del libro, illustrazione, a metà strada tra riflessioni e suggerimenti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento