rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
On the road

On the road

A cura di Fabio Rao

Un giro "d'epoca" nel Calatino: passeggiare in Vespa col "22 Vintage Scordia"

"La nostra associazione culturale - spiega il presidente di ''22 Vintage Scordia', Gaetano Todero - punta a percorrere tutta la Sicilia in sella alle nostre Vespe e moto d’epoca, proponendo anche raduni, esposizioni, giri panoramici ed iniziative di beneficenza a favore del moto-turismo, con l'obiettivo di far conoscere e comprendere la bellezza del motorismo e la passione per il mondo a due ruote d’epoca nel comprensorio Calatino e oltre"

Gita “on the road” e tappe di “moto-turismo” sempre e solo sulle due ruote, in territorio calatino. “Proponiamo agli appassionati, noi dell'associazione culturale '22 Vintage Scordia', una bella passeggiata domenicale in vespa o in sella ad una moto d'epoca, nel territorio Calatino; magari un giro d'altri tempi – come i tanti effettuati da noi, immersi fra natura e cultura, con giri panoramici e raduni su due ruote ed iniziative di beneficenza – ad esempio nella vicina Militello in Val di Catania, per vedere da vicino le meraviglie del paese patrimonio Unesco, come le chiese barocche e i bellissimi palazzi nobiliari”. A dirlo è il presidente Gaetano Todero, dell'associazione scordiense dedita al motoclub d'epoca. Quanto è bello andare in giro... con lo stile elegante e la signorilità nel portamento, con il senso di libertà instillato da uno scooter ispirato alla grande bellezza tricolore di un mezzo aeronautico, nato in Italia nel lontano 1946! Sfrecciare con la vespa, lo scooter da sogno più amato dagli italiani, fra le strade etnee, con gli indimenticabili, eleganti e mitici modelli Piaggio d'epoca di “vespa 50 Special” degli Anni '60 o della “Px 125” di fine Anni '70, è qualcosa d'indimenticabile. Solcare da vespisti e da centauri su moto d'epoca vintage, le nostre strade, fra i centri poggiati sulla Piana di Catania, nel comprensorio calatino della Sicilia centro-orientale, alla scoperta dei tesori monumentali e paesaggistici, da veri vespisti e motociclisti a contatto con il mondo circostante.

Militello in Val di Catania. “Consiglio una bella capatina a Militello in Val di Catania” sottolinea Gaetano Todero, “per ammirare sia il bellissimo comune del comprensorio del Calatino, città tardo-barocca della Val di Noto; sia per far conoscere e far comprendere a tutti, quanta cultura c'è in questo settore dei mezzi d'epoca partecipanti ai nostri raduni, con moltissime e gloriose marche che produssero ai tempi bellissime moto, longeve e performanti”.

Mineo e Capuana. Il nostro itinerario immaginario su vespa e moto “vintage” potrebbe poi transitare, prima di recarci in visita a Caltagirone, dal comune di Mineo, un paese arroccato alla sommità di due colli sulle propaggini nordoccidentali degli Iblei, nonché comune che ha dato i natali allo scrittore Luigi Capuana. All'esponente siciliano del Verismo, è dedicata la Casa-museo Capuana. Il museo, sito in via Romano, custodisce manoscritti, opere a stampa, biblioteca, mobili e quadri appartenuti al grande scrittore menenino. “Abbiamo già organizzato dei tour nel Calatino in vespa e in moto d'epoca”, illustra Todero, “con un tragitto affascinante fra Scordia, Militello, Mineo, Caltagirone, Grammichele, Vizzini, Buccheri e Francoforte”. Il motoclub vintage, farà quindi da cicerone in un tour virtuale in sella alle moto d'epoca o al ciclomotore a due ruote più conosciuto e amato al mondo, ovvero la vespa.

A Caltagirone in cima alla scalinata. Per il presidente del “22 Vintage Scordia“, una passeggiata in territorio calatino, “è bellissima; sempre e solo su due ruote, seduti su motocicli o ciclomotori che hanno fatto grande e conosciuta l'industria motociclistica italiana”. Visita d'obbligo, “alla scalinata ed al centro storico di Caltagirone, vero salotto nobiliare a cielo aperto”. Qui si possono ammirare i 142 gradini della scalinata di Santa Maria del Monte, che dal 1954 è interamente decorata, nelle alzate dei gradini, con mattonelle di ceramica policroma. Un'occasione per trascorrere una fantastica giornata tra amici ed appassionati vespisti e motociclisti “vintage” all'aria aperta, in un contesto storico-culturale dove poter ammirare numerosi monumenti, musei e paesaggi immersi tra cultura e tradizione mozzafiato. Un'occasione unica per visitare su due ruote, la bellissima città della ceramica.

“22 Vintage Scordia”

Un po' di storia. L'associazione scordiense dei vespisti e dei motociclisti d'altri tempi, sempre in giro a bordo dei propri mezzi vintage (gruppo Facebook per info: “www.facebook.com/groups/46342753575” ), “nasce a Scordia nel febbraio del 2009”, racconta il Presidente Todero. “Le attività di base a cui si dedica l’associazione sono il restauro e la divulgazione della passione per il mondo a due ruote d’epoca”. Il primo direttivo che costituì l’associazione era formato da Gaetano Todero, in qualità di presidente, “e dai consiglieri Roberto Noto, Marco Pennisi, Gianluca Lanza e Alfio Caniglia. Da quel giorno, e ancora oggi, tutta la Sicilia viene e sarà percorsa, in lungo e in largo, dalle nostre vespe e motociclette antiche”.

Vespa-raduni e motoraduni scordiensi. “Numerosi inoltre sono stati i motoraduni organizzati a Scordia, denominati '22 Vintage Day'; dove in un solo giorno sono stati portati in paese centinaia di mezzi d’epoca di varie marche, protagonisti della storia dell’industria motociclistica italiana ed estera”. Inoltre per Todero, “moltissime sono le persone arrivate da fuori, nel nostro comune con i propri mezzi antichi. L’associazione culturale 22 Vintage, con il passare degli anni, si è evoluta per dare risposte alle esigenze dei soci sul mototurismo diventando, così, anche 'Associazione sportiva dilettantistica' attraverso l’iscrizione e l’affiliazione alla Federazione motociclistica Italiana, la FMI, divenendo un moto club d’epoca e ritagliandosi uno spazio nel panorama del mototurismo 'storico' siciliano”.

Motoraduni per il sociale. In aggiunta, “tra le numerose uscite sociali e raduni in giro per la Sicilia si ricordano alcune attività in sella a vespe degli anni ‘60, che hanno portato notorietà al nostro moto club in tutta Italia: quali il Giro della Sicilia in quattro giorni ed il Giro della Sardegna in cinque giorni. In tutti questi anni d'attività il '22 Vintage' ha organizzato e partecipato a numerose iniziative per il sociale, tra le quali si ricordano: un’asta di beneficenza, il cui ricavato fu devoluto ad una famiglia che perse padre e figlio nell’alluvione del 2011 nel Messinese; una raccolta d'indumenti per bambini e bambine colpiti dall’alluvione del 2011 sempre nel Messinese; una raccolta fondi chiamata 'Un piatto di solidarietà... Scordia all'appello' il cui ricavato, grazie alla somministrazione di un piatto di spaghetti all’amatriciana presso la villa comunale di Scordia, rivolto a quanti volessero contribuire, è stato devoluto alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 2016; durante l’evento, si sono quindi svolti spettacoli musicali, con il coinvolgimento di altre associazioni del territorio e di singoli cittadini accorsi a dare una mano”.

Battaglie di sensibilizzazione sociale. Continua il presidente scordiense: “Quindi un appuntamento fisso, anche in periodo di Covid ed in maniera semplice, dal 2012 e nel mese di novembre, quello che organizziamo - in collaborazione con il Cespos, un’altra associazione del territorio -, ossia una manifestazione denominata 'La tua vita non ha il replay' in linea con la Giornata nazionale; manifestazione volta alla sensibilizzazione contro l’uso di droghe ed alcool, soprattutto alla guida, ed in ricordo delle vittime degli incidenti stradali occorsi a persone di Scordia; appuntamento che si è svolto, quando è stato possibile, con l'aggiunta di convegni presso le scuole superiori di Scordia, ed anche fuori comune, in collaborazione con la polizia stradale, con psicologi, con addetti al primo soccorso ed infine terminata con una fiaccolata e con corteo serale”.

Attività a Scordia del Motoclub d'epoca. “In ultimo il 22 Vintage, organizza una giornata dedicata interamente ai più piccoli ed alle più piccole, grazie alle rievocazioni storiche dei giochi di un tempo che oggi si sono dimenticati e che, invece, ci piacerebbe ricordare e rievocare, per trasmettere la memoria e la tradizione del nostro territorio; questa manifestazione è stata denominata 'Rievocazione storica della corsa dei carriòli e dei giochi di un tempo'; durante tutta la manifestazione a Scordia, in strada, bambini e adulti giocano con la trottola di legno, 'a rìa' cioè la campana, poi con gli hula-hop, il calcio balilla, il salto della corda, 'i quattru cantuneri' e l’attesa corsa dei 'carriòli' “. “Tante sono ancora le iniziative a cui si sta lavorando da anni e che verranno presto offerte alla cittadinanza; il motoclub d'epoca '22 Vintage' non si è mai fermato e le attività culturali e sociali sono sempre state un connubio per andare avanti e portare gioia, memoria, solidarietà a chiunque ne venga a contatto”. Parola di presidente.

Si parla di

Un giro "d'epoca" nel Calatino: passeggiare in Vespa col "22 Vintage Scordia"

CataniaToday è in caricamento