Veranda e spazio esterno: che tipo di riscaldamento scegliere

Se vogliamo sfruttare il nostro spazio esterno o la nostra veranda anche nel periodo invernale è necessario effettuare la giusta scelta dell'impianto di riscaldamento da utilizzare

Nonostante l'avvento della stagione autunnale è possibile con piccoli accorgimenti continuare a sfruttare sia la veranda che un altro tipo di spazio esterno.

In primis è però necessario avere il clima adatto e di conseguenza scegliere con accortezza il tipo di riscaldamento. Bisogna valutare vantaggi, svantaggi, costi d'acquisto e di manutenzione e per i più precisi non si può non prendere in considerazione anche il design.

Le soluzioni di riscaldamento che si possono adottare sono di diversi tipi: fisse, mobili. Esistono inoltre alcuni sistemi che sono specificatamente pensati per gli spazi chiusi o per quelli aperti.

Caminetto - Può essere utilizzato soprattutto all'interno per creare un ambiente elegante, romantico e raffinato. C'è però da considerare che l'installazione di una canna fumaria e la sua manutenzione rappresentano un impegno in termini di tempo e di costi.

Pompa di calore - E' la soluzione più veloce e più pratica, ma ha ovviamente costi elevati. E' l'ideale però se lo spazio esterno è piccolo e se lo utilizziamo solamente per brevi periodi.

Riscaldamento a pavimento - E' l'ipotesi ideale se abbiamo una veranda che vogliamo sfruttare come stanza in più anche nel periodo invernale. Si ha una diffusione di calore e zero impatto a livello estetico.

Stufa - La soluzione migliore sia per gli ambienti chiusi che per quelli aperti. Sono presenti sul mercato quelle a gas, a legna, a pallet. Tutte possono essere scelte e garantire un massimo rispetto dell'ambiente.

Lampade ad infrarossi - Si possono orientare in base alle proprie esigenze ed emanano un calore molto potente ed omogeneo senza creare umidità. Rappresentano anche una buona soluzione per coloro che vogliono risparmiare in bolletta.

Biocamino - Si tratta di una struttura di design in grado di riscaldare l'ambiente grazie all'alimentazione a bioetanolo (combustibile non tossico). Garantisce inoltre di scegliere una soluzione elegante ed un sistema molto pratico da utilizzare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stendino in casa: i modelli e come asciugare al meglio

  • Piante ornamentali facili da curare: quali sono

  • Cabina armadio in casa: come realizzarla al meglio

  • Rivestimenti antischizzo per cucina: tutte le soluzioni

  • Addobbo albero di Natale: idee e colori di tendenza

  • Inquinamento domestico: come ridurlo al minimo

Torna su
CataniaToday è in caricamento