Bonus affitti: chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate ha voluto chiarire cosa si intende per bonus affitti e come sarà possibile poter ottenere l'agevolazione fiscale

In questi giorni l'Agenzia delle Entrate ha voluto chiarire alcuni aspetti riguardo il 'bonus affitti'. Per 'bonus affitti' s'intende la possibilità per le aziende ed i professionisti di convertire i canoni di locazione pagati a marzo, aprile e maggio in credito d'imposta spendibile in dichiarazione dei redditi o per compensare debiti fiscali. 

L'agevolazione può essere chiesta anche da chi svolge attività alberghiera o agrituristica e dai soggetti in regime forfettario, dagli imprenditori e dalle imprese agricole. 

Bisogna dimostrare che i ricavi della propria attività siano diminuiti del 50% nei mesi di marzo, aprile, maggio 2020 e che il canone di locazione sia stato effettivamente versato.

La verifica dei ricavi va effettuata di mese in mese, non sulla somma dei ricavi nei tre mesi. E' quindi possibile che l'agevolazione possa essere concessa per un mese e non per tutto il trimestre. 

Si potrà in tal caso ottenere un credito d'imposta del 60% nel caso di canoni di locazione per immobili ad uso non abitativo; un credito d'imposta del 30% nel caso di contratto d'affitto d'azienda.

Il credito d'imposta viene riconosciuto su base mensile e potrà essere immediatamente utilizzato a compensazione tramite modello F24. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Case da sogno - Appartamento con attico 'vista Etna' in Viale Vittorio Veneto

  • Rendere la casa pulita in 5 minuti? Ecco come fare

  • Bolletta digitale - Molti 'pro' e nessun contro

  • Lavatrice: come scegliere quella giusta

  • Salotto di casa - Come organizzarlo al meglio

  • Pulire casa con il vapore - Tutti i vantaggi

Torna su
CataniaToday è in caricamento