Termosifoni e caloriferi: guida alla scelta

Nella scelta dei termosifoni da utilizzare per la nostra casa devono essere tenuti in considerazione diversi fattori, in primis il tipo di stanza che si vuole riscaldare ed il tipo di riscaldamento presente o da installare

In una casa, a maggior ragione nel periodo invernale e quando ci sono bambini, sono essenziali i termosifoni perchè permettono di avere un ambiente sempre caldo ed accogliente.

Normalmente, se non sono stati ancora installati, prima di farlo bisogna prendere in considerazione alcuni fattori:

Tipo di riscaldamento - Può essere monotubo (collega in sequenza i termosifoni) o bitubo (radiatori indipendenti e la chiusura di un termosifone non influisce sul funzionamento di un altro)

Stanza - Nella camera da letto e nel soggiorno, così come in bagno, la temperatura deve essere più bassa; in cucina, con gli elettrodomestici ed il forno, va bene anche una temperatura più alta. Bisogna anche calcolare il volume della stanza che si deve andare a riscaldare.

Posizione degli attacchi, grandezza del calorifero e potenza termica - Gli attacchi servono se si è in fase di ristrutturazione e si devono installare dei nuovi radiatori su un impianto già esistente; la potenza termica può essere ricavata dalla scheda tecnica del vecchio modello di radiatore e dal volume della stanza in modo da capire quanta ce ne vuol per riscaldare per bene l'ambiente.

I termosifoni sono composti da elementi; più la stanza è grande più ce ne vogliono. Per capire quanti ne servono bisogna calcolare il volume della stanza ed aggiungere la potenza necessaria a scaldare, che di solito è di 30 kcal per metro cubo. Ogni termosifone ha inoltre una 'resa termica' che viene descritta nella sua scheda tecnica. Di solito, quando ci troviamo di fronte ad una stanza di medie dimensioni con una buona coibentazione, bastano 5 elementi. Uno in più se c'è un po' di dispersione termica.

Termosifoni in ghisa - Se si spegne il termosifone riesce a mantenere il calore per diverse ore. E' preferibile che venga installato negli ambienti nei quali si soggiorna a lungo. In un luogo poco frequentato comporta un eccessivo dispendio di energie. Non è però esteticamente bellissimo.

Termosifone in acciaio - Rappresenta il giusto mix tra estetica e risparmio energetico. Si riscalda più rapidamente rispetto ai termosifoni in ghisa ma si raffredda alla stessa velocità. Il suo costo è elevato e non è adatto agli ambienti di grandi dimensioni.

Termosifone in alluminio - Si riscalda in modo veloce e si raffredda in poco tempo. Ha però dalla sua il vantaggio di essere molto piacevole dal punto di vista estetico e molto più economico rispetto a quello in acciaio.

Prodotti online

Radiatore termoarredo

Radiatore termoarredo verticale In ghisa

Termosifone in alluminio

Radiatore termoarredo 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cabina armadio in casa: come realizzarla al meglio

  • Stendino in casa: i modelli e come asciugare al meglio

  • Piante ornamentali facili da curare: quali sono

  • Rivestimenti antischizzo per cucina: tutte le soluzioni

  • Addobbo albero di Natale: idee e colori di tendenza

  • Inquinamento domestico: come ridurlo al minimo

Torna su
CataniaToday è in caricamento