rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

Coloro che non hanno i requisiti per poter usufruire del 'Superbonus' al 110% possono comunque avere una detrazione in percentuale sui lavori effettuati quando si parla di sostituzione di infissi o di efficientamento energetico

Le detrazioni fiscali per la ristrutturazione edilizia riguardano diverse tipologie di spesa e permettono di risparmiare gran parte dei costi che vengono sostenuti.

E' infatti possibile trasformare il costo in credito imposta (detrazione spalmata per 5 o 10 anni), è possibile che l'azienda che esegue i lavori effettui lo sconto direttamente in fattura oppure che venga effettuata la cessione del credito ad un istituto bancario col quale viene sottoscritto un finanziamento. 

Come noto, chi vuole ottenere il Superbonus del 110% deve eseguire l'isolamenteo delle superfici della casa a scelta tra verticali, oblique ed orizzontali o installare un impianto di climatizzazione efficiente ed il tutto deve comportare l'incremento di almeno due classi energetiche.

Chi non ha i requisiti per il Superbonus può però scegliere altri due tipi di agevolazioni

- detrazione del 50% per coloro che effettuano lavori di ristrutturazione, compresi infissi

- detrazione del 65% (Ecobonus) per riqualificare l'appartamento dal punto di vista energetico

In questi casi le detrazioni vengono spalmate nel giro di 10 anni (10 rate di uguale importo) e coloro che non vogliono la detrazione possono optare, come sopra, per la cessione del credito o per lo sconto in fattura.

Spesso accade che la sostituzione degli infissi sia un passo obbligato quando si realizza un cappotto termico o viene installata una nuova caldaia perchè è la presenza di nuovi infissi che rende questi lavori efficaci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

CataniaToday è in caricamento