Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

E' possibile avere una detrazione del 50% nel momento in cui si decide di installare in casa un sistema di allarme o un altro sistema di protezione

Tra i diversi bonus che sono stati introdotti dal Governo con l'ultima legge di bilancio c'è anche il 'bonus antifurto'.

Coloro che vogliono acquistare un impianto di allarme potranno avere una detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute. La detrazione si otterrà con la dichiarazione dei redditi e verrà erogata in 10 rate annuali di pari importo. 

Per poter avere diritto a questo bonus i proprietari dell'immobile o coloro che possiedono un diritto reale di godimento (abitazione, comodato d'uso gratuito, familiare convivente, coniuge separato al quale è stato assegnato l'immobile o chiunque paghi o esegua i lavori per l'installazione del nuovo antifurto).

Bisogna ovviamente pagare con bonifico bancario o postale e precisare la causale del versamento con riferimento alla normativa (art. 16 bis del DPR 917/1986), la data ed il totale della fattura, il codice fiscale del beneficiario dell'agevolazione e la p.iva/codice fiscale della ditta o professionista che ha eseguito i lavori.

Spese ammesse in detrazione

- acquisto dell'allarme
- progettazione del sistema di allarme
- installazione
- sopralluoghi o perizie effettuate da un tecnico 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

  • Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

  • Cucina - Come utilizzare al meglio tutti gli spazi

  • Materasso: come scegliere quello più adatto

  • Divano di casa: guida alla scelta

  • Decoupage: tecniche e materiali necessari

Torna su
CataniaToday è in caricamento