Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sicurezza

Come smaltire correttamente l'eternit o amianto

Ecco tutto quello che c'è da sapere riguardo lo smaltimento dell'eternit/amianto: ancor oggi per legge se non è rovinato non è previsto però l'obbligo di rimozione

L'amianto (o eternit) ha fatto per molto tempo parte delle nostre case (per la copertura di edifici, case ed anche per produrre oggetti) ma una volta scoperta la sua pericolosità (può causare tumori e malattie respiratorie) si sta provvedendo alla sua completa eliminazione dagli immobili.

Bisogna però farlo rivolgerndosi ad una ditta specializzata che provveda alla rimozione ed allo smaltimento del materiale.

Smaltimento

- bisogna rimuovere l'amianto, soprattutto quello danneggiato. La legge ancora non prevede l'obbligo di eliminarlo, ma di provvedere alla manutenzione (se materiale è compatto non va rimosso, se è rovinato bisogna rimuoverlo)

- se il materiale è rovinato bisogna fare una comunicazione all'ASP di riferimento e procedere allo smaltimento (lo si può fare in autonomia se la quantità è inferiore a 900 kg)

- fare sopralluogo per verificarne la presenza

- inviare la documentazione e le autorizzazioni all'ASP 30 giorni prima dell'inizio dei lavori

- incapsulare l'eternit con prodotti ricoprenti

- bonificare la superficie sulla quale era poggiato l'amianto

- rimuovere l'amianto e smaltirlo

Amianto - Materiali alternativi

In passato l'amianto è stato utilizzato perchè resistente ed isolante. Ma ci sono anche materiali equivalenti come la schiuma di poliuretano (a base di acqua, è un isolante termico in inverno ed è ideale per coloro che soffrono di allergie), la fibra di cellulosa (composta da cotone, pasta di legno, lino o carta sminuzzata) e farina di plastica termoindurente (miscela di fibre di legno e leganti come uovo e gelatina che una volta indurita viene macinata per essere modellata e per isolare acusticamente e termicamente le pareti).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come smaltire correttamente l'eternit o amianto

CataniaToday è in caricamento