Lampade a basso consumo: le diverse tipologie

Al giorno d'oggi è facile poter risparmiare energia e rendere un favore anche all'ambiente scegliendo lampade a basso consumo. Sul mercato ne esistono tre tipologie

Già da molto tempo al posto delle lampade tradizionali (lampade ad incandescenza che sprecavano molta energia in quanto solamente il 5% della potenza assorbita veniva trasformato in luce) sono presenti sul mercato le lampade a basso consumo.

Ne esistono di tre tipi: lampade alogene, lampade a fluorescenza, lampade a led.

Lampade alogene

- a differenza di quelle ad incandescenza c'è un meccanismo che permette al filamento interno di scaldarsi con maggiore velocità e di avere un rapporto energia assorbita/luce prodotta del 15% contro il 5% delle lampade ad incandescenza

- hanno una durata molto lunga, circa 2.000 ore di luce

- è possibile prevedere la presenza di un dimmer per regolare la quantità di luce emessa in base alle esigenze ed ai momenti della giornata

Lampade a fluorescenza (lampade al neon o tubi al neon)

- la luce si diffonde grazie alla presenza di vapori di mercurio e materiali fluorescenti

- è del 25% la percentuale energia assorbita/luce emessa; in questo modo una lampada da 20W produce la stessa quantità di luce di una 'vecchio stampo' da 100W

- consumano meno energia rispetto alle lampade tradizionali e salvaguardano l'ambiente

- hanno una durata di circa 10.000 ore

- non è facile effettuarne lo smaltimento in quanto è da considerarsi rifiuto pericoloso per la presenza di mercurio

- necessita di alcuni secondi in più rispetto ad una lampada normale per raggiungere la luminosità massima

Lampade a Led

- è una tecnologia a freddo, il funzionamento delle lampade è caratterizzato dalla presenza di diodi alimentati da un circuto elettronico

- l'energia assorbita si trasforma quasi del tutto in luce e si ha quindi un risparmio di circa il 90%; una luce LED da 10W produce la stessa quantità di una ad incandenscenza da 100W

- hanno una durata di circa 50.000 ore di luce; accendendo la luce 8 ore al giorno una lampadina potrebbe durare anche 18 anni

- possono anch'esse essere regolate di intensità attraverso la presenza di un dimmer

- non emettono alcuna radiazione ultravioletta con beneficio per la pelle e per la salute in generale

- non producendo calore e non emettendo raggi UV vengono oggi utilizzate anche per illuminare i giardini; non sono affatto invitanti per zanzare ed insetti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

  • Cancello arrugginito? Ecco la soluzione

  • Costruire casa - Cinque cose di cui tenere conto

  • Casa - Come arredarla in stile 'industriale'

  • Salotto - Ecco le tendenze per il 2021

  • Come modificare una finestra in un balcone

Torna su
CataniaToday è in caricamento