rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Utenze

Termosifoni? Ecco a partire da quando si possono accendere

La stagione invernale, a seconda delle zone e delle Regioni, non è uguale per tutti: ecco quindi a partire da quale data si potranno cominciare a tenere accesi i termosifoni

Chi pensa di poter accendere i termosifoni quando ritiene più opportuno perchè a suo modo di vedere le temperature sono troppo basse commette un errore.

Bisogna infatti rispettare date diverse a seconda delle zone e delle Regioni. L'avvio ufficiale della stagione termica è il 15 ottobre e va fino al 15 aprile 2022. 

Se il freddo si prolungherà saranno i singoli sindaci a poter decidere se posticipare (o anche anticipare) l'accesione dei riscaldamenti. 

L'accensione deve avvenire per un massimo 14 ore al giorno, deve essere effettuata tra le 5 e le 23 e la tamperatura si deve sempre attestare intorno ai 20 gradi.

Accensione dei termosifoni - Le diverse date e le diverse zone

15 ottobre - 15 aprile

Zona F: non ci sono limitazioni di tempo ed orario e comprende le montagne delle Alpi, di Belluno e di Trento

Zona E: i termosifoni possono rimanere accesi per un massimo di 14 ore e comprende le province di Alessandria, Aosta, Asti, Bergamo, Biella, Brescia e Como. E ancora da Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Novara, Padova, Pavia, Sondrio, Torino, Varese, Verbania, Vercelli, Bolzano, Ferrara, Gorizia, Modena, Parma, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini e Rovigo. Infine da Treviso, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza, Arezzo, Perugia, Frosinone, Rieti, Campobasso, Enna, L’Aquila e Potenza

1 novembre - 15 aprile

Zona D: i termosifoni possono rimanere accesi massimo 12 ore al giorno e comprende le province di Avellino, Ancona, Ascoli Piceno, Caltanissetta, Chieti, Forlì, Firenze, Genova, Grosseto, Isernia, Livorno e Lucca, Macerata, Massa Carrara, Foggia, Matera, Nuoro, Pesaro, Pisa, Pistoia, Prato, Pescara, Roma, Siena, Terni, Teramo, Vibo Valentia e Viterbo
1 novembre - 31 marzo

Zona C: il riscaldamento può rimanere in funzione per un massimo di 10 ore nelle province di Bari, Benevento, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Imperia, Latina, Lecce, Napoli, Oristano, Ragusa, Salerno, Sassari e Taranto

15 novembre - 31 marzo

Zona B: i termosifoni potranno rimanere accesi non più di 8 ore nelle province di Agrigento, Catania, Crotone, Messina, Palermo, Reggio Calabria, Siracusa e Trapani

1 dicembre - 15 marzo

Zona A: non si possono superare le 6 ore al giorno e comprende Porto Empedocle, le isole Linosa e Lampedusa

Termosifoni e Caldaie - Come comportarsi

- la caldaia deve essere efficiente e deve essere funzionante in modo tale da ridurre consumi ed inquinamento

- i termosifoni prima dell'utilizzo devono essere controllati come la caldaia;

- potendosi formare delle bolle nei termosifoni spenti, bisogna spegnere la caldaia, controllare la pressione dell'acqua e vedere  se è tra valore 1 e valore 2, posizionare un contenitore sotto i termosifoni, fare uscire l'aria fino a quando non uscirà anche l'acqua, controllare se è scesa la pressione della caldaia e riattivarla

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termosifoni? Ecco a partire da quando si possono accendere

CataniaToday è in caricamento