1° flash mob di primavera "mobilitiamoci"

L'UNICEF e il Liceo Artistico "Emilio Greco" di Catania si mobilitano per dire no al Femminicidio e ad ogni forma di violenza e per sostenere il Diritto all’ascolto dei bambini, dei ragazzi e degli adolescenti (art. 12 della Convenzione ONU sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Il Comitato Provinciale di Catania per l'UNICEF e il Liceo Artistico "Emilio Greco", comprese le sedi di Sant'Agata Li Battiati e di San Giovanni La Punta, in partnership, organizzano il primo Flash Mob di Primavera "MOBilitiamoci", per dire no al Femminicidio e ad ogni forma di violenza

e per sostenere il Diritto all'ascolto dei bambini, dei ragazzi e degli adolescenti, come sancito dall'art. 12 della Convenzione ONU sui diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza.

L'iniziativa avrà luogo mercoledì 7 maggio 2014 dalle 9 alle 12 a Catania in Piazza Università e sarà animata dagli oltre ottocento studenti del Liceo Artistico "Emilio Greco, coordinati dai docenti di Educazione Fisica, Rosa Maugeri, Maria Novelli e Cristina Polizzi, e dal gruppo "DanzaMIR" di Mariangela Barbagallo.

Insieme a Vincenzo Lorefice, presidente UNICEF e ad Antonio Alessandro Massimino, Dirigente dell'Emilio Greco, che hanno fortemente voluto l'iniziativa, interverranno i giovani del Movimento "Younicef for UNICEF" della provincia di Catania.

Durante la manifestazione avranno luogo una estemporanea di grafica e pittura, curata dalla Prof.ssa Francesca Di Mauro, uno spazio dedicato al progetto "Leggere per Leggere", con lo scopo di sensibilizzare i giovani alla lettura, curato dalla Prof.ssa Daniela Bentivoglio, e un'attività di advocacy per l'UNICEF, curata da Massimo Privitera.

Torna su
CataniaToday è in caricamento