Oggi, venerdì 24 febbraio, scuole aperte dopo il maltempo

Le scuole che hanno avuto danni parziali ma risolvibili con agevoli adeguamenti organizzativi sono: Pestalozzi, Maiorana, Narciso, Meucci, XX Settembre, Caronda, Battisti, Parini e Coppola

Le accurate verifiche dei tecnici della sicurezza e dell’agibilità nei 136 plessi delle scuole primarie di competenza comunale (nidi, materne, elementari e medie) hanno dato esito positivo e dunque domani le lezioni nelle scuole cittadine si svolgeranno regolarmente.

E’ quanto emerso a conclusione di una riunione operativa promossa dal sindaco Raffaele Stancanelli che si è svolta nel primo pomeriggio nella sede della protezione civile comunale, per il resoconto sui controlli a tappeto negli edifici disposti dopo il violento nubifragio che per diverse ore è imperversato sulla città di Catania.

A quanto è emerso si registrano criticità, comunque limitate ad aree marginali relative a singole aule o porzioni di corridoio, in una decina di plessi in cui infiltrazioni d’acqua rendono non utilizzabili le parti interessate.

I plessi con le disfunzioni parziali, risolvibili comunque con agevoli adeguamenti organizzativi interni allo stesso edificio, riguardano le seguenti scuole: Pestalozzi, Maiorana, Narciso, Meucci, XX Settembre, Caronda, Battisti, Parini e Coppola.

In tutti questi plessi scolastici il sindaco Stancanelli ha autorizzato interventi di ripristino con carattere di massima urgenza, quasi ovunque per migliorare la protezione delle guaine antipioggia dei tetti, per una spesa sommariamente stimata in circa 200.000 mila euro: i lavori inizieranno tra una decina di giorni, il tempo necessario per fare asciugare i muri oggetto delle infiltrazioni dell’acqua piovana caduta con particolare violenza.

Da segnalare infine che nelle scuole Montessori e Verga il forte vento ha fatto cadere due alberi che si rovesciati negli spazi aperti, comunque già opportunamente delimitati.

Le famiglie possono fare tornare tranquillamente i loro figli a scuola, almeno in quelle di nostra competenza, perché la sicurezza è stata garantita dal lavoro dei tecnici ha detto il Sindaco- che hanno operato nell’emergenza con rapidità ed efficacia. Ci rendiamo conto che chiudere le scuole e sospendere improvvisante le lezioni avrà creato qualche disagio alle famiglie stesse, ma erano provvedimenti necessari perché la sicurezza non può essere messa in discussione e quella che abbiamo affrontato è stata una prova particolarmente dura. Ai ragazzi dico che ora è tempo di tornare in aula e proseguire al meglio le lezioni per questa importante fase finale dell’anno scolastico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento