Settima giornata del cuore

Sabato 9 marzo dalle ore 9 alle 13 si terrà, presso la Casa di Cura Villa l'Ulivo Carmide, la VII giornata del cuore organizzata dall'Associazione onlus Amici del Cuore. I partecipanti potranno misurare gratuitamente la pressione arteriosa, la glicemia, il colesterolo, avere consigli per una buona prevenzione dei fattori di rischio cardiovascolari ed eventualmente prenotare una visita cardiologica.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Sabato 9 marzo dalle ore 9 alle 13 si terrà, presso la Casa di Cura Villa l'Ulivo Carmide, la VII giornata del cuore organizzata dall'Associazione onlus Amici del Cuore. I partecipanti potranno misurare gratuitamente la pressione arteriosa, la glicemia, il colesterolo, avere consigli per una buona prevenzione dei fattori di rischio cardiovascolari ed eventualmente prenotare una visita cardiologica.

L'iniziativa si rinnova per il settimo anno con lo scopo di promuovere attività di prevenzione delle malattie cardiovascolari, di sensibilizzare la popolazione alla prevenzione, alla diagnosi precoce e alla riabilitazione cardiovascolare. Una tematica di attuale importanza, infatti le malattie cardiovascolari rappresentano la maggior causa di morte nei paesi industrializzati, come il nostro.

La riabilitazione cardiologica - afferma il prof. Antonio Circo resp. riabilitazione cardiologica casa di cura Villa l'Ulivo Carmide e direttore scientifico dell'associazione amici del cuore - è la somma degli interventi che permette ai pazienti con cardiopatia cronica o post-acuta di migliorare le proprie condizioni di vita. La riabilitazione non è più limitata ad un intervento su pazienti dopo un evento acuto, ma anzi ha un'importanza fondamentale nelle cardiopatie croniche, perché questa tipologia di malattie ha un decorso di lunga durata con improvvisi episodi di riacutizzazione potenzialmente fatali (infarto acuto, instabilità dell'angina con necessità di rivascolarizzazione, instabilizzazione dello scompenso, ecc.) che solo un'efficace strategia a lungo termine può prevenire e controllare adeguatamente.

Torna su
CataniaToday è in caricamento