Forum agricoltura: fiducioso il ministro Mario Catania

Si è svolto al centro fieristico le Ciminiere, il forum sul processo di riforma della Politica agricola Comune. Presente anche il Commissario europeo per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale Dacian Ciolos

Si è svolto ieri in città il forum sul processo di riforma della Politica agricola Comune (Pac), all’incontro hanno partecipato il ministro per le politiche agricole Mario Catania e il Commissario europeo per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale Dacian Ciolos. Presenti anche i massimi vertici istituzionali del settore, con gli agricoltori siciliani e i presidenti nazionali delle principali associazioni di categoria (Cia, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri).

In Sicilia avete un potenziale per aumentare il valore aggiunto e avviare la produzione in agricoltura - ha dichiarato Dacian Ciolos – “il vino è un buon esempio ma ci sono altri prodotti che potranno essere valorizzati meglio se alla produzione gli agricoltori si organizzeranno meglio. Il nuovo sistema di pagamenti diretti che potrà essere regionalizzato – ha aggiunto il Commissario europeo – potrebbe contribuire anche a tener conto di questa specificità siciliana. Il programma di sviluppo rurale potrà permettere di migliorare gli investimenti, l’organizzazione dei produttori e il sostegno ai giovani agricoltori per assicurare un valore migliore della produzione siciliana”.

Positivo anche il commento del ministro per le politiche agricole Mario Catania.

“Sono moderatamente fiducioso che eviteremo che al 31 di dicembre ci sia un disimpegno di somme della politica di sviluppo rurale - ha affermato il ministro a margine dell’ incontro - “le nostre Regioni devono imparare a lavorare meglio, a fare bene la programmazione e adottare misure ben mirate sulla realtà economica territoriale perché se non lo si fa, si rischia di avere un pericolo di disimpegno. In questo momento - ha concluso Catania - abbiamo un rischio di potenziale disimpegno sullo sviluppo rurale complessivamente di 300-400 milioni di euro. Però la valutazione tecnica che facciamo è che alla fine riusciremo a chiudere e aver praticamente zero perdite, zero disimpegno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento