rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Associazione Codici, arriva l’adesione di Antonio Sasso

Il segretario regionale Zammataro: “L’associazione si rafforza con un dirigente stimato e impegnato”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

E’ il segretario regionale di Codici Sicilia Manfredi Zammataro a comunicare l’adesione all’associazione di Antonio Sasso, classe 1976, sindacalista catanese con 20 anni di esperienza come dirigente ai vari livelli.

Un uomo che si è distinto per le tante battaglie a tutela dei lavoratori, nelle Regioni dove ha prestato la sua opera, ed impegnato quotidianamente nella salvaguardia della pubblica incolumità presso il Dipartimento dei Vigili del Fuoco della Difesa Civile e del Soccorso Pubblico.

“Sono lieto dell’adesione di Antonio Sasso, un dirigente stimato e di grande esperienza. La professionalità e la passione di Antonio potenzieranno e ramificheranno ancora di più l’azione di Codici a tutela dei cittadini. Antonio si occuperà di sviluppare e ramificare in maniera ancora più capillare su tutto il territorio regionale la campagna della nostra associazione chiamata “Voglio Papà” che punta alla tutela della bigenitorialità e dei padri separati che spesso affrontano un vero e proprio calvario che comprende l’addio all’abitazione familiare, un nuovo affitto e il doversi fare carico delle spese di mantenimento", dice Zammataro.

"In questo senso i rapporti come quello della Caritas parlano chiaro: un nuovo povero su due è un padre separato. In Italia i padri separati o divorziati sono 4 milioni e 800mila vivono sulla soglia di povertà. Questo perché in molti casi non riescono a sostenere le spese per i beni di prima necessità, a far fronte alle spese per l’assegno di mantenimento o per la nuova abitazione, magari perché hanno problemi di lavoro o sono disoccupati. Chi è fortunato va a vivere con i genitori, chi non può farlo a volte è costretto a dormire in auto. Sono certo che Antonio Sasso potrà dare un contributo importante per lenire il dramma dei padri separati ma anche per altre importanti battaglie a tutela dei cittadini per poter dare voce a chi voce non ha”, conclude il segretario regionale di Codici Sicilia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Associazione Codici, arriva l’adesione di Antonio Sasso

CataniaToday è in caricamento