rotate-mobile
Cronaca Borgo / Largo Giovanni Pascoli

Largo Pascoli, Petrol Company transenna l'area, i cittadini: "Ci prenderemo lo stesso cura delle piante"

La zona è sotto i riflettori dallo scorso aprile quando comitati, associazioni e residenti si sono riuniti per scongiurare il rischio di abbattimento di due alberi che avrebbero dovuto lasciare il posto ai mezzi della compagnia petrolifera

L'area è sotto i riflettori dallo scorso aprile quando comitati, associazioni e volontari si sono riuniti per scongiurare il paventato rischio di abbattimento di due alberi secolari di largo Pascoli. Un rischio che, però, il Comune ha sempre smentito con la considerazione per la quale, trattandosi di alberi secolari ricadenti in un'area privata, l'ente non potrebbe mai provvedere autonomamente all'abbattimento. "I provvedimenti rilasciati nei giorni scorsi dagli uffici comunali, infatti, sono riferiti esclusivamente alla potatura delle chiome - aveva precisato il Comune in una nota - degli alberi, per garantire la sicurezza dei pedoni e consentire la sostituzione di nuovi e più sicuri impianti di serbatoio, senza alcun allargamento degli spazi attualmente occupati". Il rischio, però, è che poi la compagnia decida di procedere all'abbattimento. "Ma dovranno sempre essere autorizzati dal Comune", sottolineano dagli uffici comunali. 

Nel frattempo la compagnia che ha acquistato la piazza ha delimitato i confini con transenne e cartelli. "I proprietari attuali, ossia la Petrol Company - spiega il comitato Vulcania -, probabilmente 'infastiditi' dalle nostre iniziative basate sulla cura dell'area in questione, hanno saldato le catene perimetrali che circondano la piazza e hanno affisso a ogni lato cartelli con scritto 'proprietà privata' e 'vietato l'accesso'". Ma gli attivisti non sembrano mollare la presa: "I cittadini si prendono cura lo stesso delle piante e della pulizia anche se è proprietà privata". 

Tutto inizia dalla proposta di abbattimento di due alberi secolari in piazzetta di Largo Pascoli per modificare ripristinare e gestire l’impianto di distribuzione carburanti. Il Comitato Largo Pascoli e Comitato Vulcania hanno chiesto al Comune di fermare questo scempio ambientale e di sospendere i lavori che al posto degli arbusti avrebbero visto sorgere alcune colonnine elettriche. Un rischio scongiurato a seguito della manifestazione organizzata dai comitati cittadini e a cui hanno preso parte anche alcune realtà come I Siciliani Giovani. Adesso si attende settembre per la pronuncia dei giudici amministrativi. "Gli alberi migliorano di molto la qualità della vita, emanano ossigeno e ripuliscono in parte l'aria", ribadisce in conclusione il comitato. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Largo Pascoli, Petrol Company transenna l'area, i cittadini: "Ci prenderemo lo stesso cura delle piante"

CataniaToday è in caricamento