A Catania una commissione speciale del Consiglio comunale organismo innovativo

Il Sindaco: "Collaboreremo negli interventi sul territorio per prevenire la devianza". Il consigliere Coppolino, eletto presidente: "Educare i giovani al civismo anche attraverso le scuole"

Il consigliere Carmelo Coppolino, nel corso di una riunione nella Sala giunta del Palazzo degli Elefanti, è stato eletto all’unanimità presidente della Commissione Speciale istituita dal Consiglio Comunale su Sicurezza Urbana, Legalità trasparenza e senso Civico.

Alla riunione erano presenti i componenti della Commissione Giuseppe Catalano, Maria Ausilia Mastrandrea, Giuseppe Musumeci, Riccardo Pellegrino e Nino Vullo.

"Bisogna essere orgogliosi– ha sottolineato il sindaco Enzo Bianco, intervenuto con la presidente del Consiglio Comunale Francesca Raciti, il presidente della X Commissione Nuccio Lombardo e il consigliere Alessandro Porto - del fatto che Catania è la prima città italiana a dotarsi di un organismo innovativo che possa verificare le illegalità che si verificano nel territorio e suggerire proposte per prevenire la devianza minorile. Unorganismo che possa recuperare i giovani puntando sulle attività formative e sportive senza scordare il ruolo fondamentale che devono giocare scuola e famiglia. L’Amministrazione comunale che guido è pronta a collaborare in ogni forma con questa bella iniziativa del Consiglio comunale che avrà grande utilità se non si limiterà ad elencare i reati o le azioni illegali che già, purtroppo, la cronaca ci consegna. Catania si gioca una partita decisiva per il suo sviluppo se saprà combattere le illegalità, non soltanto quelle mafiose, ma le microillegalità di ogni giorno”.

“Con il nostro Sindaco – ha aggiunto Coppolino - abbiamo avviato un significativo confronto su quali saranno le linee programmatiche dellaCommissione. Abbiamo concordato sull’importanza della prevenzione, e pensiamo di attuare, in particolare tra i più giovani, un’azione di educazione al civismo anche attraverso le scuole ma non solo. Voglio sottolineare inoltre che la Commissione speciale svolgerà la propria attività, fino alla conclusione del mandato, a titolo completamente gratuito, senza rimborsi spese né gettoni di presenza e dunque per spirito di servizio. Il Consiglio comunale vuol dare infatti ai cittadini un segnale forte che siamo dalla parte della legalità e della trasparenza”.

“Si tratta - ha concluso Bianco - di avviare un’azione seria studiando prima di tutto le ragioni del disagio e poi proporre soluzioni anche di medio e lungo periodo, come quella del contrasto all’evasione scolastica: la scuola è fondamentale e Catania paga un prezzo pesantissimo in termini di devianza. Per questo stiamo per varare un protocollo con il Provveditorato agli studi, con la Prefettura e dunque con le forze di polizia, per azioni efficaci per recuperare i giovani al circuito scolastico”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Coronavirus, in Sicilia 1.913 nuovi casi e 40 morti: a Catania +486 contagi

Torna su
CataniaToday è in caricamento