A Palazzo degli Elefanti il tradizionale pranzo di San Giuseppe

L'iniziativa è stata promossa dal sindaco Salvo Pogliese e dal presidente del Consiglio comunale Giuseppe Castiglione, con l'organizzazione della Casa del Sorriso della Parrocchia Santa Maria delle Grazie in Carruba di Ognina, retta dal parroco Mario Torracca

E' una tradizione che si rinnova, il pranzo di San Giuseppe nella corte di Palazzo degli Elefanti a favore dei cittadini che vivono in condizioni di disagio socio-economico. L'iniziativa è stata promossa dal sindaco Salvo Pogliese e dal presidente del Consiglio comunale Giuseppe Castiglione, con l'organizzazione della Casa del Sorriso della Parrocchia Santa Maria delle Grazie in Carruba di Ognina, retta dal parroco Mario Torracca.

“Il Comune può contare su un collaudato sistema mense in città – ha detto l'assessore ai Servizi sociali Giuseppe Lombardo - ma questo pranzo di solidarietà all'interno del Palazzo degli Elefanti, come già in occasione delle festività agatine, intende trasmettere un importante segnale di vicinanza e solidarietà oltre che di attenzione dell'Amministrazione per le politiche sociali”. “Rinnovo la vicinanza e l'apertura alla città di tutto il Consiglio comunale – ha sottolineato il presidente Castiglione - e ringrazio quanti hanno reso possibile questo appuntamento conviviale ma dalla grande valenza simbolica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Padre Torracca si è soffermato sulla "perfetta simbiosi" che si è creata tra l'amministrazione comunale e la rete della solidarietà della Chiesa. Hanno collaborato alla realizzazione dell'iniziativa la Casa della Mercede, il Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme Cavalieri di Malta, Prestipino, privati cittadini desiderosi di dare un contributo. Il pranzo è stato preceduto da un momento di raccoglimento e dalla benedizione di monsignor Salvatore Genchi, vicario generale dell'Arcidiocesi di Catania. Erano presenti anche il presidente della commissione consiliare "Servizi sociali" Sebastiano Anastasi, il capo di Gabinetto del Sindaco Giuseppe Ferraro, diversi consiglieri comunali. Sono stati oltre venticinque i volontari della Casa del Sorriso, e della Casa della Mercede, che hanno servito ai tavoli il classico “maccu”, salsiccia e cotolette, frittatine con insalata e patate a forno, frutta e, per finire, le immancabili zeppole di San Giuseppe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento