Abbigliamento e accessori contraffatti: sequestrati un centinaio di capi in vendita

I militari della guardia di Finanza sono intervenuti nei pressi del mercato della "Fera o luni". La merce sequestrata è stata giudicata inoltre "non sicura"

I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza, nella giornata di ieri, hanno sottoposto a sequestro un centinaio di capi di abbigliamento e accessori contraffatti, nelle immediate adiacenze del mercato rionale etneo “fera o’luni”, segnalando il fatto alla competente Autorità giudiziaria. In particolare, i militari della compagnia pronto impiego di Catania, nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio, stanno proseguendo senza sosta nell’attività di contrasto alle pratiche commerciali scorrette, anche in presenza delle attività di sensibilizzazione e riscontro sull’osservanza, da parte dei cittadini e delle attività commerciali, delle stringenti disposizioni anticontagio, anhce a seguito della recrudescenza del rischio di contagio da Covid-19. In questo contesto, i “baschi verdi” etnei hanno eseguito, nel corso del corrente anno, mirati interventi nel settore del commercio abusivo, della contraffazione e della sicurezza dei prodotti nonché a tutela del diritto d’autore sulle opere d’ingegno di carattere creativo, sottoponendo a sequestro oltre 4 mila articoli recanti marchi contraffatti, ritenuti non conformi agli standard di sicurezza posti a tutela della salute dei consumatori ovvero supporti audio/video privi dei diritti di copyright. I beni in sequestro, tra i quali si segnala la presenza di numerose borse ed accessori recanti i marchi contraffatti di note griffe nazionali nonché diversi cd audio di cantautori o gruppi, nazionali o esteri, anche di ultima uscita sul mercato discografico, avrebbero garantito al mercato illecito un profitto stimato in oltre 20 mila euro. L’attività svolta dai militari della Compagnia Pronto Impiego Catania si inserisce nel più ampio quadro di intensificazione delle attività di polizia economico-finanziaria, disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza etneo e coordinata dal I Gruppo Catania, a contrasto del dannoso fenomeno del commercio abusivo ed illecito e a tutela delle libertà economiche dei cittadini, delle imprese e dei professionisti onesti, quale condizione indispensabile per il raggiungimento dell’equità sociale posta a fondamento del benessere della collettività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento