Abusi su minori anche con deficit, arrestati "Il mago" e altre due persone

Violenza sessuale aggravata, corruzione di minorenne aggravata, sfruttamento della prostituzione minorile, atti sessuali con minorenne e corruzione di minore. Questi i reati contestati agli arrestati

Su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, la Polizia di Stato ha arrestato e condotto in carcere: 

  1. A.M.A., catanese, (cl.1969);

  2. C. F. catanese, (cl.1986);

  3. S.C. catanese, (cl.1951), inteso “il mago”, pregiudicato, già detenuto per questa stessa causa, presso la casa circondariale di Enna,

in quanto ritenuti responsabili dei reati di violenza sessuale aggravata, corruzione di minorenne aggravata, sfruttamento della prostituzione minorile, atti sessuali con minorenne e corruzione di minore.

Abusi su minorenni, le immagini della polizia - Video

La misura cautelare arriva oggi dopo gli esiti di indagini, anche di tipo tecnico, condotte dalla Squadra mobile di Catania - Sezione Reati contro la Persona, in danno di minori e reati sessuali - a seguito di una comunicazione con la quale l’A.S.P. segnalava che una minore, affetta da leggero deficit cognitivo e collocata presso una comunità, aveva riferito di avere subito, per anni, abusi sessuali da parte del padre e di una persona, estranea alla sua famiglia (da ella conosciuta come “il mago”), che, congiuntamente al padre la costringeva a prostituirsi.

Le prove che hanno incastrato "Il mago"

Grazie agli elementi di prova immediatamente raccolti, attraverso indagini di tipo tecnico e di tipo tradizionale, gli agenti hanno posto in stato di fermo un uomo, di professione cartomante (detto "il mago”), gravemente indiziato dei reati di atti sessuali con minorenne, prostituzione minorile aggravata e violenza sessuale aggravata. La misura è stata giustifica dal fatto che la polizia ha accertato da un lato la stabile frequentazione di alcuni minori infra-quattordicenni presso l’abitazione del predetto, dall'altro circostanza che i ragazzini erano costantemente sottoposti ad atti sessuali da parte dell'indagato.

Il ruolo del padre dei due ragazzini

Per questo motivo "il mago" è stato condotto in carcere. Le indagini hanno consentito inoltre di riscontrare pienamente le dichiarazioni della minore, permettendo di accertare anche il coinvolgimento del padre, non solo per i gravi reati commessi ai danni della bambina ma anche per reati analoghi, per anni perpetrati ai danni del fratello minore della ragazzina, sin da quando era in tenera età.

Gli abusi sugli altri minori

Il genitore dei due ragazzini, in concorso con “il mago” S.C. per anni avrebbe infatti sfruttato la prostituzione della figlia. Approfondimenti investigativi hanno infine consentito di acquisire importantissimi riscontri in ordine all’attività del cartomante, il quale, in concorso con C.F, parrucchiere, compiva regolarmente atti sessuali a danno di altri tre minori, all’interno della sua abitazione terrana, sita nel rione dei Cappuccini. Espletate le formalità di rito, A.M.A. e C. F. sono stati portati nel carcere di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento