Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Acciaierie di Sicilia, sindacati tentano trattativa: "A rischio 200 posti"

Fim, Fiom Uilm catanesi lanciano un appello affinchè "le istituzioni abbiano la dovuta attenzione e la spinta propositiva per affrontare le problematiche ed evitare così che altri 200 lavoratori vedano messo a rischio il proprio futuro"

Sindacati e lavoratori delle Acciaierie di Sicilia stanno tentando di chiudere positivamente una trattativa con la direzione aziendale. Fim, Fiom Uilm catanesi lanciano un appello affinchè "le istituzioni abbiano la dovuta attenzione e la spinta propositiva per affrontare le problematiche ed evitare cosi' che altri 200 lavoratori vedano messo a rischio il proprio futuro".

Per Fiom , Fim e Uilm, gli obiettivi sono la riorganizzazione e il potenziamento dello stabilimento che, a causa del drastico calo produttivo dipendente dalla forte crisi di mercato che ha investito il settore, soffre uno svantaggio sulla competitività.

"L'eccessivo costo dell'energia elettrica - fanno sapere i sindacati - pone la realtà siciliana nella condizione di subire la sproporzione sui costi energetici rispetto al resto dell'Italia, ma anche le complessità legate al reperimento della materia prima, ossia il rottame".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciaierie di Sicilia, sindacati tentano trattativa: "A rischio 200 posti"

CataniaToday è in caricamento