rotate-mobile
Cronaca

Acciaierie di Sicilia, nuovo incontro in Prefettura per chiedere regole fisse sul mercato del rottame

Nuovo sit in sotto la Prefettura per i lavoratori delle Acciaierie di Sicilia, azienda da tempo in crisi a causa anche del costo eccessivo della corrente elettrica che aveva spinto la dirigenza a turni notturni per risparmiare in bolletta. Chiesta oggi la ratifica in Giunta Regionale del protocollo col quale vengono recepite le normative europee e nazionali sul mercato del rottame

Nuovo sit in sotto la Prefettura per i lavoratori delle Acciaierie di Sicilia, azienda da tempo in crisi a causa anche del costo eccessivo della corrente elettrica che aveva spinto la dirigenza a turni notturni per risparmiare in bolletta. Questa mattina le sigle sindacali Fim Cisl-Fiom Cgil-Uilm Uil si sono recate a Palazzo Minoriti per chiedere la ratifica in Giunta Regionale del protocollo(video) con cui vengono recepite le normative europee e nazionali sul mercato del rottame. Si ritiene indispensabile per la tutela dei posti di lavoro una regolazione della filiera del rottame in Sicilia che assicuri, a prezzi di mercato, regolari approvvigionamenti allo stabilimento di Catania e parità di trattamento in bolletta elettrica.

Interventi che potrebbero far divenire l'azenda il polo di esportazione del gruppo ‘Alfa Acciai’ nel bacino del Mediterraneo con prospettive di espansione nel mercato e di crescita dell’occupazione. All’incontro in Prefettura erano presente anche l'amministratore delegato di “Acciaierie di Sicilia”, dell’assessore regionale alle Attività Produttive Linda Vancheri e dei rappresentanti delle istituzioni locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciaierie di Sicilia, nuovo incontro in Prefettura per chiedere regole fisse sul mercato del rottame

CataniaToday è in caricamento