Consiglio territoriale per l'immigrazione, Drago: "Siamo preoccupati, i Comuni sono già in difficoltà"

"Sono stato convocato per il prossimo 8 novembre in Prefettura a Catania" ha detto il sindaco di Aci Castello aggiungendo "Non posso di certo nascondere forte preoccupazione per ciò che potrà accadere"

"Sono stato convocato per il prossimo 8 novembre in Prefettura a Catania in occasione del Consiglio territoriale per l’immigrazione che, tra le altre cose, dovrà discutere delle attività relative alla ripartizione dei migranti nei comuni della nostra provincia. Non posso di certo nascondere forte preoccupazione per ciò che, di conseguenza, potrà accadere nei prossimi mesi nella nostra provincia, perché non è possibile caricare i comuni di quest’altro onere in termini di salvaguardia della sicurezza e dell’equilibrio sociale.” Lo dichiara Filippo Drago, sindaco di Aci Castello, che punta ancora una volta il dito sul governo nazionale sulla gestione e l’allocazione temporanea dei migranti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nulla contro i prefetti che svolgono egregiamente il loro ruolo, ma il Ministero dell’interno e l’Anci non possono giocare sulla pelle degli enti comunali che poi devono accollarsi tutti i problemi consequenziali. Peggio ancora quando si tratta di centri a vocazione turistica il cui danno di immagine diventerebbe incalcolabile, soprattutto in questo preciso momento in cui il comparto turistico nei nostri paesi sta facendo registrare incoraggianti segnali di ripresa. Non è voler essere razzisti, perché crediamo che la situazione sebbene complicata debba essere gestita in altro modo e non con questa invasione organizzata. I comuni italiani – conclude il primo cittadino – non possono di certo addossarsi responsabilità che rientrano in una logica neanche italiana, ma di rango europeo.” ha concluso il sindaco Drago.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento