Aci Castello, imprenditore si dà fuoco: è in gravi condizioni

C'è il gesto disperato di un imprenditore dietro l'incidente che ha coinvolto l'autobotte dei Vigili del Fuoco ad Aci Castello. I vigili erano intervenuti per prestare soccorso a un imprenditore di 61 anni che si era dato fuoco

C'è il gesto disperato di un imprenditore dietro l'incidente che ha coinvolto l'autobotte dei Vigili del Fuoco ad Aci Castello. I vigili, infatti, erano intervenuti per prestare soccorso a un imprenditore di 61 anni che si era dato fuoco.

Ha tentato il suicidio utilizzando del liquido infiammabile all'interno della sua auto, parcheggiata nel lungomare di Aci Castello, procurandosi ustioni sull'85 per cento del corpo. L'uomo è stato ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Cannizzaro di Catania. 

Ha lasciato un bigliettino nel quale spiegava il suo gesto con non meglio precisati problemi economici e familiari. L'autobotte dei vigili del fuoco, prima di arrivare sul posto, si è schiantata contro un muro e un pompiere è rimasto ferito, riportato nell'impatto contusioni in varie parti del corpo e ferite a una mano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento