Divieto di balneazione ad Aci Castello: fogna ostruita e mare inquinato

La condotta fognaria posta sul Lungomare dei Ciclopi all'altezza di via Capparelli, che convoglia le acque di scarico all'altezza della piazzetta di Padre Pio, è al momento ostruita

Niente bagni ad Aci Castello per il momento, per l'eccessivo inquinamento del mare. A causa di un inconveniente igienico sanitario che si sta cercando di risolvere in tempi brevi, al momento è in atto il divieto di balneazione temporaneo nel tratto di mare compreso tra il Lungomare Scardamiano (piazza Martiri delle Foibe) e il Lungomare dei Ciclopi (via Macrì).

La condotta fognaria posta sul Lungomare dei Ciclopi all'altezza di via Capparelli, che convoglia le acque di scarico all'altezza della piazzetta di Padre Pio (in piena aera marina protetta), è al momento ostruita ed i tecnici sono a lavoro per ripararla quanto prima. Facilmente immaginabili le ricadute sui bagnanti, che potrebbero incorrere in otiti o problemi intestinali molto seri a causa della presenza di batteri ancora superiore ai normali valori, già ben al di sopra del tasso di tollerabilità in questa zona.

"Non appena l'intervento di riparazione della condotta di collettamento dei reflui tra via Aci Trezza e Aci Castello verrà completato - annuncia il sindaco Filippo Drago - ed i tecnici dell'Asp verificheranno lo stato delle acque, verrà rimosso il divieto. Vi terremo informati e ci scusiamo per il disagio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento