Ai domiciliari "rubava" l'acqua allacciato abusivamente alla rete

E' successo ad Aci Catena, protagonista un 52enne che è stato scoperto dai carabinieri

Era ai domiciliari ma continuava a commettere reati. E' stato scoperto dai carabinieri di Aci Castello che hanno scoperto il 52enne catenoto Giovanni Gravagna mentre era allacciato abusivamente al servizio idrico offerto da Acque di Casolotto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così l'uomo, ai domiciliari, aveva pensato di risparmiare sul bilancio famigliare realizzando una adduzione abusiva. I militari, pertanto, hanno provveduto, tramite i tecnici dell’ente erogante, a ripristinare i collegamenti originari. Gravagna, in attesa di giudizio, è stato ricollocato agli arresti domiciliari.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente autonomo in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

  • Coronavirus, commercialista di Biancavilla morto al San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento