Aci Catena, sequestrati fuochi d'artificio alla festa di Santa Lucia

Il calibro dei fuochi era superiore a quello autorizzato e il posizionamento non rispettava la distanza di sicurezza

Foto archivio

Nel corso dei servizi finalizzati ad accertare il rispetto delle norme che disciplinano l’accensione di fuochi artificiali sulla pubblica via che sono accesi senza la predisposizione di opportune cautele compromettendo l’incolumità delle persone, la polizia ha denunciato  D.M.L. 33 anni .

I fatti si sono svolti nelle ore pomeridiane dello scorso 13 dicembre, quando gli agenti della squadra amministrativa in occasione della festa padronale di Santa Lucia, hanno effettuato un controllo ad Aci Catena, in zona cimitero, dove un pirotecnico aveva predisposto l’accensione di circa 200 fuochi artificiali del tipo cilindrico, compresi tra il calibro 12.5 e 21.00 cm, quindi di calibro superiore a quello autorizzato in licenza, per la cui accensione è prevista per legge una distanza di sicurezza dell’area di sparo almeno di 150 metri.

Conseguentemente, considerato che, il posizionamento dei pericolosissimi fuochi non rispettavano la distanza di sicurezza, il personale operante ha impedito l’accensione e ha provveduto a deferire alla locale autorità giudiziaria il responsabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento