Aci Sant’Antonio, vandali in azione nella notte: danneggiate due cabine elettriche

Sul posto, dopo che è stato dato l’allarme, sono intervenuti i carabinieri, che al momento non hanno molti elementi per venire a capo della vicenda

Questa notte una banda di vandali ha danneggiato le cabine elettriche presenti in via Stazzone e in via Scalazza Grande ad Aci Sant’Antonio. Una delle due cabine è stata seriamente compromessa, l’altra è stata oggetto di un intervento meno incisivo, probabilmente perché gli autori hanno dovuto abbandonare il posto prima di portare a compimento la vandalizzazione perché messi in allarme da qualcosa o qualcuno. Il danno ha comportato disservizi in via Stazzone e via Scalazza Grande, oltre che in parte di via Spirito Santo e nelle zone limitrofe, ma i primi tempestivi interventi hanno permesso di tamponare momentaneamente i disagi.

Nella mattinata di oggi si sta lavorando per far sì che le cabine tornino a funzionare regolarmente. Sul posto, dopo che è stato dato l’allarme, sono intervenuti i carabinieri, che al momento non hanno molti elementi per venire a capo della vicenda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Sindaco di Aci Sant’Antonio Santo Caruso, che in mattinata ha sporto denuncia contro ignoti, si dice preoccupato: “È un atto inquietante, oltre che deprecabile: qui si è volutamente causato un danno alla cittadinanza, prendendo di mira più di una cabina, e questo purtroppo comporterà dei costi. Gli autori – ha continuato – hanno cercato di causare un danno esteso, e se non fossero stati costretti a fermarsi probabilmente avrebbero messo in ginocchio buona parte del territorio. Spero che i responsabili vengano individuati, e per questo invito chiunque abbia notato qualcosa, magari facendoci realmente caso solo adesso che si è conoscenza del danno, a contattare le Forze dell’Ordine. Questo gesto – ha concluso – deve farci riflettere, ma certo non ci intimorisce”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento