Aci Castello: proposta regolamento decoro ubano

Nel rispetto della qualità dell’ambiente urbano e della tutela delle zone di pregio artistico, storico, architettonico ed ambientale, infatti, si è resa necessaria la stipula di un regolamento che eviti di pregiudicare l’immagine del paesaggio castellese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

L’Amministrazione Comunale di Aci Castello ha inviato al Civico Consesso la proposta deliberativa riferita all’approvazione del regolamento per la tutela del decoro urbano per le occupazioni di suolo pubblico temporaneo per le attività di somministrazione.

Nel rispetto della qualità dell’ambiente urbano e della tutela delle zone di pregio artistico, storico, architettonico ed ambientale, infatti, si è resa necessaria la stipula di un regolamento che eviti di pregiudicare l’immagine del paesaggio castellese con l’occupazione degli spazi pubblici con elementi di arredo di vario genere.

Il regolamento si prefigge di disciplinare l’occupazione del suolo pubblico, l’installazione di arredi esterni dei pubblici esercizi per il ristoro e l’intrattenimento all’aperto, le caratteristiche tipologiche riguardanti le attrezzature esterne e gli arredi.

In sostanza, non sarà più consentito l’utilizzo di sedie di plastica,  ombrelloni di diverso colore ne di steccati di legno che dovranno lasciare eventualmente  il posto alle fioriere. Non saranno rilasciate autorizzazioni per l’uso del suolo pubblico in zone in cui sarebbero pregiudicati decoro urbano, pubblica incolumità, fluida e libera circolazione pedonale e fruibilità dei cittadini degli spazi pubblici.

Le attrezzature esterne e gli arredi dovranno essere omogenei, avere caratteristiche di provvisorietà ed essere, quindi, facilmente asportabili alla scadenza delle concessioni; le stesse dovranno, inoltre, considerare il contesto urbano di riferimento e le caratteristiche architettoniche delle facciate degli edifici in cui si andranno ad inserire.

Nessun elemento potrà essere infisso nella pavimentazione, salvo specifica autorizzazione a tutela della pubblica incolumità. Non sarà possibile accatastare arredi e attrezzature commerciali all’esterno dell’esercizio ma –viceversa- dovranno essere immagazzinati all’interno. Il regolamento prevede, anche, tutta un’altra serie di dettagliate prescrizioni alle quali i gestori di esercizi commerciali dovranno attenersi per evitare eventuali sanzioni che prevedono la sospensione o revoca di autorizzazioni e concessioni.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento