Acireale, aveva ferito un coetaneo con colpi di pistola: arrestato

Il fatto risale al 15 febbraio, quando una persona raggiunta da colpi da d'arma da fuoco era stata trasportata in ospedale a Catania. Le prime indagini portavano all'identificazione ed ad un arresto in flagranza. Adesso arrestato anche il complice

Assieme ad un complice avrebbe ferito a colpi d'arma da fuoco un giovane di Acireale. Per questo la polizia ha notificato un provvedimento restrittivo a L.S.C., 26 anni, indagato adesso per lesioni gravissime e di porto abusivo di arma da fuoco.

Secondo la polizia, in concorso con A.M., avrebbe ferito un giovane provocandogli lesioni gravissime con indebolimento della capacità di deambulazione.

Il fatto risale al 15 febbraio, quando una persona raggiunta da colpi da d'arma da fuoco era stata trasportata in ospedale a Catania. Le prime indagini portavano all'identificazione ed all'arresto in flagranza di A.M. trovato in possesso di due caricatori contenenti cartucce di eguale calibro di quelle utilizzate per il ferimento. La successiva attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Catania, ha portato all'individuazione di L.S.C.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento