Acireale, beatificazione fra Gabriele Maria allegra

La solenne celebrazione di beatificazione si terrà sabato 29 settembre, alle ore 10.00 nella Cattedrale di Acireale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

“Le Chiese di Sicilia e tutta la Famiglia Francescana sono in festa per la prossima beatificazione del Venerabile Servo di Dio fra Gabriele Maria Allegra, figlio prediletto della Provincia dei Frati Minori di Sicilia.

La solenne celebrazione di beatificazione si terrà sabato 29 settembre, alle ore 10.00 nella Cattedrale di Acireale e sarà presieduta dal  Cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e rappresentante del sommo Pontefice Benedetto XVI, presenti il Cardinale Paolo Romeo, presidente della Conferenza episcopale siciliana, il Cardinale di Honh Kong, i vescovi dell'isola e migliaia di fedeli provenienti da tutte le diocesi e, in modo particolare, da San Giovanni La Punta, paese nativo di fra Allegra.

La macchina organizzativa è già al lavoro per preparare al meglio la celebrazione, che sarà preceduta da un triduo di preparazione nel convento San Biagio di Acireale e nella chiesa madre di San Giovanni La Punta.
La figura del nuovo Beato, elevato da Benedetto XVI agli onori degli altari, viene ricordata per i tre grandi amori della sua vita: la Chiesa, l'Ordine dei Frati Minori, l'impegno apostolico di evangelizzare la Cina, dove, nei suoi 45 anni di vita missionaria, tradusse la Bibbia in lingua cinese e Giovanni Paolo II lo ha indicato come "uomo del dialogo tra Cristo e la Cina".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento